Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Familiari vittime:"Contenti che la pena sia stata aumentata"

Eternit: 18 anni all'ex manager svizzero


Eternit: 18 anni all'ex manager svizzero
03/06/2013, 20:06

Torino- L'ex manager svizzero Schmidheiny, imputato nel processo Eternit, è stato condannato a 18 anni di reclusione, una pena aumentata di due anni rispetto ai 16  previsti dal primo grado, per il disastro doloso ambientale e omissione dolosa di cautela antinfortunistica, che ha portato alla morte di numerose persone, soprattutto ex-dipendenti delle fabbriche Eternit.

"Contenti che la pena sia stata aumentata", un sogno che si avvera per le associazioni familiare e vittime dell'amianto.

Il procuratore Guarnicelli dichiara:" "Si aprono grandi prospettive anche per le vicende di Taranto e per le altre città che aspettano giustizia".

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©