Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sdegno dell’Associazione familiari vittime dell'amianto

Eternit: Comune di Casale Monferrato accetta il risarcimento


Eternit: Comune di Casale Monferrato accetta il risarcimento
17/12/2011, 12:12

TORINO – C’è sdegno da parte delle gente a Casale Monferrato (Alessandria) dopo l’approvazione dell'atto di indirizzo con cui  la giunta comunale ha  accettato  il risarcimento di 18,3 milioni offerto dalla Eternit nell'ambito del processo per i morti da amianto.
Bruno Pesce, presidente dell'Associazione dei familiari delle vittime dell'amianto, critica fortemente  il consiglio comunale che dopo una seduta durata sei ore e mezzo,   sospesa quattro volte dalla presidente per le proteste dei cittadini, che a centinaia si sono presentati in municipio per seguire i lavori, ha approvato   con diciannove voti favorevoli e undici contrari l’atto;  accettando di fatto il risarcimento che uno dei due imputati, il magnate svizzero Stephan Schmidheiny, ha avanzato tramite la Becon, una società della galassia Eternit.
Per la Città di Casale Monferrato, l’aver accettato il risarcimento, comporterà  il ritiro della costituzione a parte civile e la rinuncia a intraprendere, in futuro, qualsiasi azione legale.
Il denaro, secondo il sindaco, Giorgio Demezzi, andrà impiegato in opere di bonifica dall'amianto, nella ricerca medica, nel sostegno alle famiglie delle vittime.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©