Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si punta al taglio della produzione di CO2

Europa-Regioni:veicoli commerciali dal 2014 limite a 120km/h

147 grammi per chilometro nel 2020

Europa-Regioni:veicoli commerciali dal 2014 limite a 120km/h
07/05/2013, 18:05

BRUXELLES - Limite di velocità a 120 km orari e taglio della produzione di CO2 a 147 grammi per chilometro nel 2020. Queste le misure per i nuovi veicoli commerciali leggeri approvate oggi dalla commissione ambiente dell'Europarlamento, che ha anche proposto target indicativi per le emissioni post 2020: fra i 105 e i 120 grammi per chilometro dal 2025. In più, come già avvenuto per le auto, per riuscire a centrare gli obiettivi del 2020 i costruttori potranno contare su un sistema di “supercrediti”, che consentirà di bilanciare la produzione di modelli più inquinanti con quella di veicoli commerciali “super-puliti”, cioè con meno di 50 grammi di emissioni di CO2 per chilometro. Soddisfatto sul fronte degli obiettivi taglia-emissioni il relatore, l'eurodeputato liberaldemocratico tedesco Holger Krahmer, che ha incassato 53 voti a favore, 4 contrari e un'astensione. Target ritenuti «troppo poco» ambiziosi da Greenpeace, che teme anche una riclassificazione di alcune auto come veicoli commerciali per aggirare limiti più rigidi alla CO2. Di tutt'altro avviso l'associazione dei produttori di auto europea, l'Acea, che ritiene 147 grammi di CO2/km un target «estremamente ambizioso, raggiungibile solo tramite tecnologie ibride». La vera sorpresa destinata a far discutere nei prossimi negoziati fra Europarlamento e Stati membri alla fine però è l'emendamento approvato per alzata di mano che richiede alle case automobilistiche di equipaggiare i nuovi veicoli commerciali di dispositivi che limitano la velocità a 120 km orari. Una misura che vede contrario lo stesso relatore, incaricato dei colloqui con il Consiglio Ue. «Non spetta all'Ue» definire i limiti di velocità, ha commentato Krahmer. «Si tratta di un intervento nei regolamenti del traffico stradale degli Stati membri». Soddisfatti invece di questa nuova misura l'associazione degli ambientalisti di Transport&Environment, secondo cui il limite obbligatorio di 120 km orari «taglierà i consumi di carburante e le emissioni di gas serra». «È un bel giorno per i conducenti, le imprese responsabili e l'ambiente» ha affermato William Todts di T&E.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©