Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Napoli. La ‘fuga’ dopo l’ennesima lite coniugale

Evade dai domiciliari, “Meglio in cella che con mia moglie”


Evade dai domiciliari, “Meglio in cella che con mia moglie”
13/04/2010, 16:04

NAPOLI – Piuttosto che restare in casa con la moglie, ha preferito evadere dai domiciliari e presentarsi spontaneamente in caserma per farsi portare in prigione. E’ la strana storia di Giovanni Boccia, pregiudicato napoletano, arrestato per furto. Il 34enne stava scontando la pena nel regime dei domiciliari ma, dopo l’ennesima lite con la consorte, esasperato da quella convivenza forzata ha deciso di risolvere quella situazione con una soluzione estrema. Pur di allontanarsi dalla moglie, ha volontariamente violato gli obblighi della detenzione. Devono essere rimasti di stucco i carabinieri della stazione Arenaccia quando Boccia, volto noto, si è presentato a loro chiedendo di essere portato in carcere. Ora l’uomo è in attesa di essere giudicato per direttissima per evasione dai domiciliari.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©