Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Blitz della finanza a Bergamo

Evasori per 32milioni di euro. Bottino nascosto in botola


Evasori per 32milioni di euro. Bottino nascosto in botola
07/06/2012, 20:06

BERGAMO - Questa mattina, gli uomini della guardia di finanza hanno scoperto – dopo un controllo effettuato nel settore edilizio – un evasione fiscale pari a 32 milioni di euro, in materia di imposte dirette e più di 6 milioni di Iva.
L'indagine, iniziata due anni fa, ha permesso di accertare che i responsabili delle società, per aggirare il fisco, distruggevano quasi tutta la documentazione contabile, nascondendo nella botola di un sottoscala, in sacchi neri per i rifiuti, la restante parte.
I militari hanno ricostruito il reale volume d'affari delle società accertando che dai conti correnti sono transitati, dal 2005 al 2007, importi complessivi per oltre 32 milioni di euro. Soldi 'dirottati' sui conti personali di un 45enne di San Paolo d'Argon (Bergamo), amministratore di fatto delle due imprese edili, e di un 48enne residente a Milano, amministratore della terza società, fallita, operante nell'hinterland del capoluogo lombardo.
Altre tre persone sono state denunciate, quali legali rappresentanti delle due società edili e di quella fallita, le quali nella maxi frode hanno ricoperto il ruolo di prestanome senza avere alcun potere reale nella gestione. I reati vanno dall'omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, alla distruzione e all'occultamento di documentazione contabile, alla bancarotta fraudolenta. I militari hanno eseguito varie perquisizioni tra la
Bergamasca e il Milanese sequestrando hard disk, altra documentazione contabile e soldi depositati su conti correnti personali.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©