Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Riesame conferma l’ordinanza per il consigliere regionale

False fatture, confermati i domiciliari per Ianniciello


.

False fatture, confermati i domiciliari per Ianniciello
05/01/2013, 10:29

NAPOLI – Resta agli arresti domiciliari Massimo Ianniciello, consigliere regionale del Popolo delle Libertà. Questo quanto confermato dal tribunale del Riesame sulla vicenda delle fatture false per la quale è finito nei guai l’esponente del Pdl. Ianniciello è accusato di truffa aggravata nell'ambito dell'inchiesta, condotta dal pm Giancarlo Novelli e coordinata dal procuratore aggiunto Francesco Greco, sull'uso improprio dei fondi messi a disposizione dei consiglieri regionali per l'attività istituzionale. In particolare, secondo gli inquirenti, esibendo fatture per operazioni inesistenti Ianniciello avrebbe ottenuto rimborsi pari a circa 65mila euro. Alla conferma dei domiciliari si è giunto grazie all’attività d’indagine che ha condotto il PM Novelli a depositare nuovi atti che emergono dell’inchiesta della Guardia di Finanza che riguarda, in maniera particolare, anche un presunto tentativo di indurre un imprenditore che aveva rilasciato alcune fatture false a ritrattare le dichiarazioni a carico dell'indagato. Sulla vicenda sono ancora in corso le indagini degli uomini delle Fiamme Gialle.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©