Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

False fatture, sequestro beni a moglie D'Amato -video


.

False fatture, sequestro beni a moglie D'Amato -video
25/10/2013, 11:11

NAPOLI  - Sono due le accuse a carico di Maria Luisa Faraone Mennella, moglie dell’ex presidente di Confindustria Antonio D’Amato. La promotrice della riqualificazione di Napoli Est dovrà infatti rispondere dell’accusa di “dichiarazione infedele” e di “dichiarazione fraudolenta mediante l’uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti”. Nel mirino degli inquirenti è finita la società immobiliare Idis srl, per la quale il gip Umberto Lucarelli ha disposto il sequestro di 5 milioni e mezzo di euro. Le indagini, condotte dal pool criminalità economica dell’aggiunto Fausto Zuccarelli e del pm Marco Bottino, hanno messo in evidenza l’esistenza di false fatture e contratti fittizi collegati alla svalutazione di crediti inesistenti. Oltre alla moglie dell’ex presidente D’amato, finiscono sotto inchiesta anche Paolo Tropea e Maria Laura Concetta Montana, amministratori di diritto e di fatto della Idis srl. A difesa di Faraone Mennella c’è l’avvocato Sebastiano Giaquinto, che ha sottolineato l’assoluta estraneità ai fatti e la disponibilità a collaborare con la magistrature per dimostrare la propria innocenza. II legale ha aggiunto che il sequestro trae origine da una verifica dell'Agenzia delle Entrate condotta sulla Idis srl che si è conclusa con un accertamento effettuato sulla base di mere presunzioni''. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©