Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sequestri per 100 mila euro

Falsi ciechi: 3 indagati nel casertano


.

Falsi ciechi: 3 indagati nel casertano
20/08/2013, 10:40

CASERTA - C'era chi giocava al videopoker nel bar non lontano dalla sua abitazione; chi, invece, andava tranquillamente in bicicletta percorrendo le strade del paese o chi, ancora, provveda con solerzia a fare lavoretti, come la riparazione degli infissi della propria abitazione. Tutto normale se non fosse che quelle persone per la previdenza erano completamente cieche e per questo hanno percepito per circa quattro anni un pensione di invalidità, con relativa indennità di accompagnamento. Ora devono rispondere dell'accusa di truffa aggravata e ieri mattina i carabinieri hanno bussato alle porte delle loro abitazioni per notificare un decreto di sequestro, emesso dal giudice per le indagini preliminari di Santa Maria Capua Vetere, di somme di denaro per circa 100mila euro. Nel mirino degli investigatori sono finiti due uomini ed una donna - di età compresa tra i 60 ed i 70 anni - residenti nei Comuni di San Marco Evangelista e di San Nicola La Strada. Per alcuni giorni i carabinieri della Compagnia di Marcianise, coordinati dal capitano Nicola Carbone, li hanno seguiti e "filmati". E così hanno scoperto che andavano in bicicletta oppure attraversavano tranquillamente la strada o uscivano di casa da soli per fare la spesa. Operazioni, come si vede dai filmati, che facevano senza alcun disagio, nonostante percepissero dall'Istituto nazionale della previdenza una pensione di invalidità perché risultavano ciechi o comunque affetti da grave patologia agli occhi che non avrebbe consentito lori di muoversi da soli. Le indagini dei carabinieri e della Procura di Santa Maria Capua Vetere andranno avanti anche per accertare come i tre abbiano ''dimostrato'' la loro cecità.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©