Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La sentenza emessa oggi dal tribunale di Livorno

Falsificava esami oncologici: infermiera condannata a 4 anni


Falsificava esami oncologici: infermiera condannata a 4 anni
26/11/2009, 22:11

LIVORNO – Quattro anni di reclusione e l'interdizione per cinque dai pubblici uffici. Questa la condanna per l'infermiera livornese Susanna Fiorini, 50 anni, finita sotto processo per la falsificazione di centinaia di referti medici relativi ad esami oncologici durante il periodo in cui la donna ha lavorato per il Corat, il centro di coordinamento e controllo delle visite oncologiche dell'Asl livornese. Le indagini scattarono su segnalazione della Asl, dopo che furono trovati alcuni ritagli di referti nella macchina fotocopiatrice. Al termine di diversi mesi di indagine ed accertamenti da parte della squadra mobile, la donna, che ha sempre continuato a proclamarsi innocente, fu arrestata il 20 gennaio scorso in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare. Secondo l'accusa, Susanna Fiorini ha manomesso 33 pap test e 368 esami del colon retto, e in 18 casi la manomissione aveva ritardato la diagnosi del tumore. Nonostante il difensore dell'imputata, Alberto Uccelli, abbia respinto tutte le accuse e chiesto l'assoluzione, i giudici hanno accolto la richiesta del pm Giuseppe Rizzo. Oggi la sentenza di condanna emessa dal Tribunale di Livorno che ha deciso che la 50enne dovrà anche pagare una provvisionale di 15mila euro all'Asl coinvolta. Intanto nelle scorse setimane parenti ed amici dell'infermiera hanno dato vita ad un comitato composto da oltre 200 persone convinti dell'innocenza della donna.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©