Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Reazioni di maggioranza ed opposizione

Famiglia Cristiana: "Governo razzista"; Maroni querela


Famiglia Cristiana: 'Governo razzista'; Maroni querela
10/02/2009, 14:02

Famiglia Cristiana si sta dimostrando estremamente critica nei confronti del Governo. Nell'editoriale di questa settimana ha attaccato pesantemente il governo per il decreto legge sulla sicurezza:  "Il soffio ringhioso di una politica miope e xenofoba, che spira nelle osterie padane, è stato sdoganato nell'aula del Senato della Repubblica. E dire che Beppe Pisanu, ex ministro dell'Interno con la schiena dritta, aveva messo in guardia circa quella brama di menare le mani, già colpevole attorno ai tavoli del bar. Nessuno ha colto il suo grido d'allarme e l'Italia precipita, unico Paese occidentale, verso il baratro di leggi razziali, con medici invitati a fare la spia e denunciare i clandestini (col rischio che qualcuno muoia per strada o diffonda epidemie), cittadini che si organizzano in associazioni paramilitari, al pari dei ''Bravi'' di don Rodrigo, registri per i barboni, prigionieri virtuali solo perche' poveri estremi, permesso di soggiorno a punti e costosissimo''.
Roberto Maroni, Ministro dell'Interno, ha risposto duramente, dicendosi ''profondamente indignato e offeso dalle deliranti dichiarazioni di 'Famiglia Cristiana' che accusa me, il governo e il Parlamento Italiano di approvare vere e proprie leggi razziali. E' un attacco di violenza inaudita nei toni e nei contenuti, tanto più inaccettabile in quanto si fonda su presupposti palesemente falsi. Le norme del pacchetto sicurezza all'esame del Parlamento Italiano sono già in vigore in molti Paesi europei, senza che i governi di questi stessi Paesi siano mai stati insultati con tanta violenza come 'Famiglia Cristiana' fa regolarmente con quello italiano. Per tutelare la mia onorabilità e quella della carica che ricopro ho deciso quindi di dare mandato ai miei legali di agire in ogni sede civile e penale per contrastare questa aggressione premeditata da parte di chi usa consapevolmente la violenza di affermazioni false per combattere chi ha opinioni diverse dalle proprie".
Anche Walter Veltroni, leader del Partito Democratico, è intervenuto, dichiarando: "Il Governo sta andando verso il razzismo. Adesso Maroni quereli anche me". Luigi Zanda, anche lui del PD, ha ricordato come l'atteggiamento del governo è una repressione con contorni manifestamente razzisti.
Reazione molto aggressiva di Federico Bricolo, della Lega Nord,  che ha affermato che "il settimanale 'Famiglia cristiana' non ci resta da rilevare che ormai è un giornale eversivo, che detta la linea alla sinistra e i cui toni superano addirittura quelli di certi volantini dei centri sociali. Le norme sull'immigrazione che intendiamo introdurre sono già in vigore in numerosi paesi europei e se lì non sono razziste non si capisce perche' da noi, invece, sono considerate tali".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©