Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

'La politica lasci il campo a un governo di unità nazionale'

Famiglia Cristiana: il Paese è paralizzato


Famiglia Cristiana: il Paese è paralizzato
17/08/2010, 15:08

Il settimanale cattolico Famiglia Cristiana, secondo un'anticipazione del numero in edicola dal 18 agosto, lancia un grido d'allarme.
In primo piano spicca "La politica degli stracci": prima che l'Italia vada in pezzi, la politica faccia un passo indietro, lasci il campo a un governo di unità nazionale che possa ridare ai cittadini la possibilità di eleggere i propri rappresentanti.
Nell'editoriale del settimanale, da domani in edicola, si legge: "Il Paese che si avvia a celebrare l'unità d'Italia è stufo di duelli, insulti e regolamenti di conti. Una politica responsabile, che miri al bene comune, richiederebbe oggi, da tutti, un passo indietro, prima che il Paese vada a pezzi, e un'intesa di unità nazionale (e solidale) che restituisca ai cittadini il diritto di eleggersi i propri rappresentanti".
"Non più comparse da soap opera, ma persone di provata competenza e rigore morale. Minacciare il ricorso alla piazza o tirare a campare con una <<tregua armata>> non sana le profonde ferite di questi giorni. Tantomeno ridà credibilità a una politica offuscata da ampie zone d'ombra", prosegue il polemico e duro editoriale di Famiglia Cristiana.
"Il Paese è paralizzato. Sotto ricatto. Leggi e favori, come al mercato delle vacche, sono oggetto di baratto: federalismo in cambio di intercettazioni", sintetizza il settimanale.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©