Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

FAO: LUNGA DISCUSSIONE, RISULTATI NESSUNO


FAO: LUNGA DISCUSSIONE, RISULTATI NESSUNO
06/06/2008, 10:06

Lunghe discussioni ancora in atto, alla FAO, per il documento conclusivo della riunione sulla carenza di cibo e i cambiamenti climatici a livello mondiale. Si cerca di conciliare le esigenze di tutti, ma il problema è che ogni nazione cerca di difendere il proprio orticello. E così il Brasile dice "no" alla demonizzazione dei biocarburanti (cioè i carburanti ottenuti dai cereali, come il bioetanolo) di cui è il primo produttore al mondo. Anche se i biocarburanti inquinano più o meno alla stessa maniera dei carburanti ottenuti dal petrolio. Cuba ha protestato, per l'embargo che gli Stati Uniti impongono all'isola caraibica dal 1961, causa anche di uno scarso apporto di cibo per gli abitanti dell'isola. Ma le sue proteste sono cadute nel vuoto. E così via, ogni Paese o gruppo di Paesi ha le sue rimostranze.

Il risultato finale sarà un documento, finora distribuito come bozza, assolutamente vuoto di contenuti reali e pieno solo di buone intenzioni e molto fumo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©