Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Seconda mail intimidatoria per il sindaco di Castellammare

“Farai la fine di Borsellino”: nuove minacce al Luigi Bobbio


“Farai la fine di Borsellino”: nuove minacce al Luigi Bobbio
24/06/2010, 15:06

CASTELLAMMARE DI STABIA – A meno di una settimana dal primo messaggio intimidatorio, inviato via mail al sindaco di Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio, una seconda lettera è stata recapitata al primo cittadino stabiese nella serata di martedì. Sempre via posta elettronica e allo stesso indirizzo, quello dell’ufficio del ministero alle politiche giovanili, utilizzato da Bobbio per il suo incarico di capo di gabinetto del ministro Giovanna Meloni.
E se la scorsa volta, la minaccia faceva riferimento all’omicidio del consigliere comunale Gino Tommasino. Questa volta si alza il tiro. “Farai la fine di Borsellino- si legge nella missiva- anche lui era un magistrato”. E poi una frase già contenuta nella prima mail: “Attento, sei sull’orlo del baratro”.
Stavolta, però, il testo non parte da un indirizzo di posta elettronica civetta ma utilizza un alias, firmandosi Luca Totano 84.
Anche in questo caso, l’episodio è stato denunciato e va ad arricchire il fascicolo aperto cinque giorni fa dalla Procura di Torre Annunziata sulle minacce al sindaco Bobbio. Adesso gli inquirenti dovranno capire se dietro le due e-mail, ci sia la stessa mano oppure se la seconda sia solo un gesto emulativo.
A lavoro, dunque, la polizia postale che, nei giorni scorsi, è già riuscita a risalire all’ip, l’indirizzo digitale usato da chi ha inviato le prime minacce. Si sarebbe, quindi, identificato il luogo e il computer da cui è stata inviata la mail; ma sulla questione vige, ovviamente, il più stretto riserbo per non compromettere le indagini.
L’intera vicenda è, al momento, al vaglio del prefetto di Napoli, Alessandro Pansa che dovrà, adesso, valutare se sussistono elementi tali da chiedere per Luigi Bobbio, il programma di protezione. Dal locale commissariato di polizia, invece, è già arrivata la decisione di intensificare i controlli a Palazzo Farnese e sugli spostamenti del sindaco in città.
Intanto, manifestazioni di solidarietà nei confronti di Bobbio, sono arrivate dall’intero mondo politico di Castellammare. 

 

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©