Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Farmacie e Medici di Medicina Generale: "realizzare un fronte comune contro le scelte del Governo"


Farmacie e Medici di Medicina Generale: 'realizzare un fronte comune contro le scelte del Governo'
27/08/2012, 12:00

 

 

Anche Federfarma Napoli attraverso una nota inviata dal Presidente, Michele Di Iorio, tanto al Ministro della Salute Renato Balduzzi, quanto al Commissario ad Acta Caldoro, interviene criticamente sulle “innovazioni” all’attenzione del Governo riguardo i medici di base.

 

“E’ impensabile infatti – afferma lo stesso Di Iorio – che una modifica così significativa del ruolo dei medici di famiglia sul territorio venga assunta senza un preventivo e serio confronto con tutte le categorie coinvolte. E non è altresì pensabile disporre con invarianza finanziaria una radicale modifica degli orari di lavoro, della capillarità e del ruolo attribuito ai medici di medicina generale”.

 

“Del resto – continua Michele Di Iorio – la recente liberalizzazione degli orari e dei turni delle farmacie già da sola rischia di produrre a breve significative criticità relativamente all’efficacia dei turni festivi e notturni faticosamente organizzati dall’Ordine dei Farmacisti di Napoli. Se a tale situazione si andasse a sommare la concentrazione forzata dei medici in una zona ancorchè in un’altra si potrebbe verificare una pesante alterazione del servizio di medicina e di farmacia territoriale. Sarà mia cura – conclude lo stesso Di Iorio – pur confermando la disponibilità a collaborare, prendere contatti con le rappresentanze sindacali della medicina territoriale al fine di realizzare, nell’interesse primario del cittadino, un fronte comune che possa disinnescare l’effetto annuncio che il Governo Centrale diffonde con superficialità senza valutarne né programmarne le reali ricadute“.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©