Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Farmacie verso il fallimento, la Regione deve intervenire


Farmacie verso il fallimento, la Regione deve intervenire
03/12/2010, 11:12

NAPOLI - “La grave situazione delle farmacie campane, quelle napoletane in particolare, può creare enormi scompensi nella distribuzione dei medicinali. Al grido di allarme lanciato dai titolari di farmacia si affianca, oggi, anche quello dei distributori”. Così Nicola Stabile, presidente di Federfarma Campania che ha commentato le dichiarazioni di Antonello Mirone, delegato regionale di Federfarma Servizi. “La crisi – ha continuato Stabile – si acuisce giorno dopo giorno e dalla Regione Campania non arrivano segnali incoraggianti. Il fallimento per molte farmacie è dietro l’angolo. Così come è messa in discussione la regolare distribuzione dei medicinali. La moderna farmacia si apre ai cittadini fornendo nuovi e sempre più innovativi servizi. In Campania abbiamo appena varato due progetti: il Cup che consente agli utenti di poter prenotare visite mediche specialistiche al Secondo Policlinico di Napoli recandosi in una delle 1.700 farmacie della regione; il progetto “Melanoma” che permette ai medici dell’Istituto dei tumori Pascale, attraverso la collaborazione delle farmacie, di esaminare a distanza i nei sospetti per una precoce diagnosi delle malattie della pelle. Ma le innovazioni rischiano di essere frenate dall’indifferenza della Regione di fronte alle sofferenze della categoria che sta continuando ad assicurare disponibilità e responsabilità per ridurre sempre di più la spesa farmaceutica".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©