Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Continua l'inchiesta della GdF al Tribunale di Napoli

Fascicoli manipolati, altri avvocati nei guai


.

Fascicoli manipolati, altri avvocati nei guai
17/01/2013, 13:49

NAPOLI - Continua a scoperchiare calderoni la maxi inchiesta sulla manipolazione dei fascicoli processuali al Tribunale di Napoli una prassi che ha condotto, tra le altre cose, ad insabbiare molti processi ed alla scarcerazione di alcuni boss della camorra. Il filone dell'inchiesta esplosa l'altro giorno e seguita dai PM Antonella Fratello e Gloria Sanseverino, coordinate dal procuratore aggiunto Sandro Pennasilico ha portato a 45 indagati, di cui ben 26 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di avvocati, faccendieri, cancellieri e personale in servizio alla Corte d'Appello. Oltre alle persone già segnalate, sono almeno altri tre gli avvocati indagati nell’ambito dell’inchiesta sulla sottrazione di fascicoli dalle cancellerie del Palazzo di Giustizia di Napoli per insabbiare processi e favorire scarcerazioni per decorrenza dei termini e prescrizioni. Gli uomini delle Fiamme Gialle, su disposizione dei PM che seguono l’inchiesta, hanno eseguito perquisizioni presso gli studi degli avvocati Isabella Ambrosino, Pasquale Russo e del collaboratore di un legale. Le indagini si concentrano, in maniera particolare, sugli accessi illeciti al sistema informatico della procura che avrebbero, tra l'altro, consentito a un indagato di conoscere l'esistenza di un’inchiesta a suo carico. Su questo versante dell’inchiesta gli inquirenti ipotizzano un sistema molto più profondo di corruttela rispetto a quello fin qui emerso.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©