Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arrestato anche un maresciallo capo della Guardia di Finanza

Favori a clan dell''ndrangheta, in manette giudice e politico

Successo per l'inchiesta della Dda milanese

Favori a clan dell''ndrangheta, in manette giudice e politico
30/11/2011, 10:11

MILANO -  Successo per l'inchiesta della Dda milanese e per l'operazione "Infinito": sono stati eseguiti almeno dieci provvedimenti cautelari, tra i quali l'arresto di un giudice del tribunale di Reggio Calabria, Vincenzo Giglio. I provvedimenti sono stati firmati dal gip Giuseppe Gennari e riguardano anche un consigliere della Regione Calabria e un noto avvocato di origini calabresi. ll giudice Vincenzo Giuseppe Giglio, arrestato nell'ambito dell'inchiesta coordinata dalla Dda di Milano, è presidente della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria. L'accusa è corruzione, favoreggiamento, rivelazione del segreto d'ufficio con l'aggravante di aver agevolato le attività della 'ndrangheta. E' invece Francesco Morelli (Pdl), consigliere regionale della Calabria, il politico arrestato nell'ambito dell'inchiesta della Dda milanese che ha portato in carcere anche il giudice Giglio. Morelli rappresenterebbe l'anello di collegamento tra i clan e gli ambienti politici nazionali.  In manette anche il maresciallo capo della Guardia di Finanza, Luigi Mongelli, per corruzione, e sono in corso perquisizioni che riguardano anche Giancarlo Giusti, giudice in servizio presso il Tribunale di Palmi.


Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©