Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Federalismo demaniale: Monaco (Anci), da Ifel un contributo concreto ai comuni


Federalismo demaniale: Monaco (Anci), da Ifel un contributo concreto ai comuni
25/11/2010, 12:11


ROMA - “Conoscenza e valorizzazione del patrimonio immobiliare è il centro focale del dibattito in corso per i Comuni, a seguito della modifica in base alla legge 42 del 2009 anche del federalismo demaniale con la cessione dei beni dallo Stato ai Comuni”. E’ quanto ha sostenuto Francesco Monaco, responsabile del servizio Patrimonio per conto di Ifel e di Anci, presentando la giornata di approfondimento romano. Monaco ha voluto evidenziare l’importanza di recuperare risorse finanziarie da parte dei Comuni al fine di ottenere investimenti per la collettività comunale.  “L’esperienze in essere - ha affermato Monaco nel corso della sua relazione - sono quelle che fino ad ora i Comuni hanno portato avanti senza procedure chiare in materia, ma ora col processo di attuazione del federalismo demaniale e di ulteriori impulsi normativi, il Governo dovrebbe caratterizzarsi per la condivisione con le comunità locali in sede di confronto istituzionale e per l’obiettivo fondamentale cui tende il federalismo, ossia far coincidere funzioni, risorse e responsabilità”. “Nasce da questo l’esigenza per Anci ed Ifel - ha ribadito Monaco - di dare un supporto reale alle amministrazione comunali in termini di condivisione di esperienze e di linee guida da seguire per la valorizzazione del patrimonio del comune che attualmente potrebbe riscontrare problematiche operative e tecniche che nascono da una conoscenza chiara dei propri beni”. La giornata di approfondimento sta portando all’attenzione dei partecipanti diverse esperienze comunali in materia di valorizzazione del patrimonio immobiliare come per esempio delle città metropolitane di Roma, Milano, Torino. Questi gli interventi che si stanno alternando nella giornata di approfondimento: il Prof. Rocco Curto, Preside della Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino che terrà un approfondimento sulla valorizzazione immobiliare all’interno della Programmazione comunale; arch. Pier Luigi Mattera di Roma, che Indicherà l’importanza della conoscenza del Patrimonio immobiliare come fattore strategico di valorizzazione. Inizierà poi la presentazione di casi pratici ed in particolare l’esperienza si sostituzione edilizia del Comune di Roma con il Programma Giustiniano Imperatore raccontato dall’arch. Gabriella Raggi di Ecosfera SpA e dal dott. Loddo della Direzione Appalti e Contratti del Segretariato Generale Roma Capitale e l’esperienza del Comune di Parma con il Social Housing condotta dal dott.Marco Lunardi della Fondazione Housing Sociale . Per finire l’intervento dell’avv. Filippo Brunetti dello Studio Legale Chiomenti, illustrerà la realizzazione di centrali fotovoltaiche sul territorio pubblico.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©