Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Federcoopesca: acquisto prodotti ittici, gli italiani guardano a provenienza e poco al prezzo


Federcoopesca: acquisto prodotti ittici, gli italiani guardano a provenienza e poco al prezzo
04/03/2010, 11:03


ROMA - Il 60,51% degli italiani quando si tratta di acquistare prodotti ittici presta particolare attenzione alla provenienza del prodotto, come la zona di cattura o di allevamento, e all’aspetto esteriore (21,66%). Nonostante la crisi economica, invece, solo circa il 5% degli intervistati dichiara di prestare particolare attenzione al prezzo; mentre un 10% quando acquista prodotti ittici preferisce orientarsi su quelli di stagione. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto dalla Federcoopesca-Confcooperative nel corso MSE Sefood & Processing di Rimini e del Big Blu di Roma.

Per avere maggiori garanzie sulla sicurezza alimentare dei prodotti viene acquistato prevalentemente prodotto ittico nazionale (29,94%) e gli acquisti vengono fatti presso i rivenditori di fiducia (33,12%) o direttamente dai pescatori (12,74%). Il prodotto surgelato o congelato non rassicura in modo evidente chi acquista (5,73%).

“Dall’indagine – sottolinea la Federcoopesca- emerge un consumatore che punta sulla qualità degli acquisti, consapevole e desideroso di avere il maggior numero di informazioni possibili per decidere in tutta sicurezza”.

Il 32,48% degli intervistai dichiara, infatti, di volere sulle etichette informazioni sulla data di cattura del prodotto e informazioni più dettagliate (53,50 %) sulla provenienza dei prodotti freschi. Sui prodotti in scatola quasi un 9% vorrebbe conoscere il luogo di cattura e non solo quello di produzione. E sulla varietà dei prodotti ittici consumati emerge che il 33,12% mangia abitualmente fino a 5 diversi tipi di prodotti, il 40,76% da 6 a 10 e un 15,29% più di venti diversi esemplari. Tanto più la dieta è variegata, maggiore è l’attenzione nello scegliere prodotti di stagione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©