Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La cerimonia di apertura delle celebrazioni

Federico II, i 200 anni della facoltà d’Ingegneria


.

Federico II, i 200 anni della facoltà d’Ingegneria
05/03/2011, 12:03

Il 4 marzo 2011 è una data molto importante per gli Ingegneri Fridericiani: ricorre il Bicentenario della costituzione, per decreto di Gioacchino Murat del 4 marzo 1811, della Scuola di Applicazioni di Ponti e Strade napoletana, prima Scuola di Ingegneria in Italia e nucleo dell’attuale Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

La Facoltà di Ingegneria celebrerà questo importante anniversario con un ciclo di iniziative che si svilupperà nell’intervallo temporale che va dal 4 marzo 2011 al 4 marzo 2012. Le Celebrazioni costituiranno l’occasione per ripercorrere le tappe attraverso le quali la Facoltà è giunta a ricoprire l’attuale ruolo di riferimento nazionale ed internazionale negli studi di Ingegneria e per una riflessione sulle prospettive e sui modelli di sviluppo di una moderna Scuola di Ingegneria nei nuovi contesti nei quali l’Università è chiamata ad operare.

La cerimonia di apertura delle celebrazioni si è tenuta nell'Aula Massimilla della Facoltà di Ingegneria, in piazzale Tecchio, 80, alle 9.00.

Hanno introdotto la cerimonia il Rettore Massimo Marrelli, Piero Salatino, Preside della Facoltà di Ingegneria, Massimo D'Apuzzo, Presidente del Polo delle Scienze e delle Tecnologie, Claudio Claudi de Saint Mihiel, Preside della Facoltà di Architettura, Rosa Russo Iervolino, Sindaco di Napoli, Luigi Cesaro, Presidente della Provincia di Napoli, e Stefano Caldoro, Presidente della Regione Campania. Il professor Giuseppe Marrucci, della Facoltà di Ingegneria, ha coordinato gli interventi di Alfredo Buccaro, Professore di Storia dell'architettura della Facoltà di Ingegneria, di Piero Salatino, di Luigi Nicolais, Vicepresidente della VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione Camera dei Deputati, di Guido Trombetti, Assessore all'Università e Ricerca scientifica Regione Campania, di Edoardo Cosenza, Assessore alle Opere e Lavori pubblici Regione Campania, di Luigi Vinci, Presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, di Massimo Gallione, Presidente Consiglio Nazionale degli Architetti, di Giorgio Fiore, Presidente di Confindustria Campania, di Paolo Graziano, Presidente dell'Unione Industriali di Napoli, e di Rodolfo Girardi, Presidente dell'Associazione Costruttori Edili di Napoli.

Saranno quindi presentate testimonianze di studenti ed ex allievi della Scuola di Ingegneria fridericiana.
La mattina si concluderà con la visita alla rassegna espositiva, a cura di Alfredo Buccaro e Francesco Viola, La Scuola di Ingegneria di Napoli 1811>2011. Dallo scienziato-artista all’ingegnere contemporaneo (gruppo di ricerca: F. Bruni, A. Maglio, M.I. Pascariello, F. Capano, E. D'Auria, M. de Napoli)

L'esposizione, allestita al primo piano dell’atrio della sede centrale della Facoltà di Ingegneria in Piazzale Tecchio, si propone di introdurre all’evento inaugurale del Bicentenario attraverso un percorso ideale articolato in tre sezioni: la prima dedicata alla nascita della Scuola, ai suoi antefatti, ai capisaldi teorici e alle strutture della formazione ottocentesca; la seconda alle proposte progettuali e alla realizzazione delle nuove sedi universitarie di Fuorigrotta; la terza ai diversi ambiti disciplinari della Facoltà, alle loro radici e all’attuale offerta formativa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©