Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

"Una boccata d'ossigeno per tutti"

Federlab: per la Sanità pronti un miliardo di euro


.

Federlab: per la Sanità pronti un miliardo di euro
08/11/2010, 14:11

NAPOLI - AIOP, FederLab Campania e Federfarma Napoli, oggi, in Conferenza stampa, a Napoli, hanno chiesto che “il riassetto del sistema sanitario regionale sia fondato su una corretta indagine e previsione del fabbisogno sanitario e sulla certezza del riconoscimento del credito”.
“L’assegnazione alla Regione Campania della somma di un miliardo e cento milioni di euro – ha detto l’On.Vincenzo D’Anna, presidente di FederLab Campania - è stata certamente una prima risposta concreta alla situazione economica della sanità regionale, che resta comunque drammatica e per la quale sono ancora necessari interventi strutturali e strategici. Tuttavia, il piano di finanziamento previsto e l’impegno di ulteriori fondi, già vincolati e che saranno erogati in varie tranche nei mesi di Dicembre e Febbraio, offrono una possibilità ad affrontare il debito pregresso e avviare una ristrutturazione del debito ed il suo pagamento, anche mediante le necessarie certificazioni del credito ai fornitori di beni e servizi”.
”Mi auguro che la tregua sancita lo scorso 4 ottobre - ha aggiunto Michele Di Iorio, presidente di Federfarma Napoli - tra titolari di farmacia e la Regione possa evolversi in una pace piena di correttezza nei rapporti. Al di là del saldo di un periodo di emergenza, pari ad almeno cinque mensilità per le farmacie napoletane, che, nel 2010 vedono i pagamenti ancora fermi a gennaio (le uniche 3 ASL tra le 7 campane), mi aspetto una programmazione definita tanto per l’anno in corso, quanto per gli anni successivi. Il contributo operativo per l’individuazione di tale programmazione è e sarà totale da parte di Federfarma, solo se si vorrà accettare da parte della Regione il principio della centralità dei pagamenti in capo ad una sola struttura. Risulta, infatti, paradossale – ha concluso Di Iorio - che in Regione le 7 ASL, pur avendo presumibilmente percepito una cifra parametrata ai rispettivi residenti, siano molto distanti nei tempi di pagamento ai titolari di farmacia e notevolmente disomogenee rispetto ai servizi ai cittadini, che, seppur titolari degli stesi diritti, diventano, loro malgrado, fruitori di servizi diversi”
“L’AIOP riceve il 9,5% del budget regionale; - ha spiegato Sergio Crispino, presidente regionale AIOP Campania – i ritardi arrivano a 27 mesi di media con punte, nell’ASL Napoli 1 di 34 mensilità. Di fronte a dati del genere non possiamo accettare nessuna moralizzazione contro le aziende che si vedono costrette ad agire in giudizio per il recupero dei propri crediti. D’altra parte il nostro comparto da lavoro a circa 40mila persone e, dunque, le aziende devono tutelare i propri interessi per tutelare anche quelli dei propri dipendenti”

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©