Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Felaco (psicologi): "La Campania ha il record dei femminicidi"


Felaco (psicologi): 'La Campania ha il record dei femminicidi'
22/11/2013, 15:22

NAPOLI - “La Campania ha il record dei femminicidi. Lo scorso anno i casi furono 15 di cui 9 solo a Napoli . In Campania i Centri Antiviolenza sono 17 ed alcuni di questi ricevono anche 20 telefonate al giorno da parte di donne che chiedono aiuto”. Lo ha affermato Raffaele Felaco, Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Campania, intervenendo a Somma Vesuviana in occasione della Settimana del Benessere Psicologico in Campania , organizzata dall’Ordine Regionale  . Oggi gli psicologi erano presso l’Auditorium Multimediale dell’Istituto Maria Montessori a Somma Vesuviana (NA) . “ La Regione però – ha proseguito Felaco -  ha anche varato e finanziato una legge che sposa bene la nostra legge relativa all’istituzione dello psicologo di zona.  Adesso bisogna far partire i servizi di psicologia territoriale”.   No al femminicidio e no anche al massacro del territorio.
“No al Biocidio.  Dal 1998 ad oggi i casi di morte per malattie oncologiche sono aumentati nel Napoletano fino al 47%: un dato in controtendenza  - ha affermato Filomena Castaldo Tecnologo Alimentare e dott.ssa in Scienze delle Preparazioni Alimentari - rispetto ai decessi per neoplasie nel resto dell'Italia. Noi siamo nelle scuole per ribadire che il territorio va rispettato. Per prevenire i tumori c’è bisogno di un’alimentazione sana e dunque di un territorio sano. Alimentarsi vuol dire scegliere e questa scelta può essere importantissima per preservarci da diverse malattie, a partire dai tumori!!”. Educazione alimentare , bellezza ,femminicidio , biocidio , sono solo alcuni dei temi sui quali , in queste ore, stanno scendendo in campo centinaia di psicologi di numerose scuole di tutta la Campania.
“Ci soffermeremo  – ha concluso Nunzia Auriemma che con l’Ordine campano sta portando avanti questa importante iniziativa giunta alla quarta edizione – sul cibo  come nutrimento per il nostro corpo, come regolatore emotivo disfunzionale nei Disturbi del comportamento alimentare”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©