Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Felice Iossa: "Si ad un Patto per il SUD"


Felice Iossa: 'Si ad un Patto per il SUD'
18/09/2009, 10:09


Senza enfasi e senza clamore si torna a parlare di un rinnovato interesse per il Mezzogiorno come “questione nazionale”.
Se ne torna a parlare a proposito dello scenario che le forze politiche nazionali cominciano a delineare per il dopo Berlusconi.
Nulla di chiaro e definito, anche perché il momento politico è quanto mai confuso. Ma le forze politiche nazionali cominciano finalmente a capire che un alternativa seria a questo Governo ed a questa maggioranza si costruisce spostando l’asse dell’interesse nazionale dal Nord al Sud.
Puntare all’ulteriore, forzato, sviluppo del Nord quando i problemi del Mezzogiorno restano ancora drammaticamente aperti, significa lavorare per dividere il Paese.
Puntare, invece, sulla riduzione del divario economico e sociale che separa il Sud dal Nord, significa lavorare per unificare il Paese.
È questa la chiave di lettura della politica italiana che le forze politiche nazionali devono decidere se adottare o respingere, condividendo o contrapponendosi alla deriva leghista che sta lentamente dividendo il Paese.
In questa ottica un ruolo di primo piano deve essere svolto dai Partiti e dalle istituzioni meridionali.
Noi abbiamo sostenuto che il problema del Mezzogiorno è un problema nazionale e come tale non può essere gestito con la costituzione di un Partito del Sud ma questo non vuol dire che i meridionali non debbano essere il motore della svolta meridionalista della politica nazionale.
Quindi NO ad un Partito del SUD ma SI ad un PATTO per il SUD delle grandi forze politiche nazionali che hanno interesse alla crescita economica e civile dell’intero Paese, all’interno del quale un ruolo determinante dovranno e potranno svolgere le migliori energie della società civile e delle istituzioni locali di tutte le regioni meridionali.

*L'autore è componente del Direttivo del Gruppo PD della Regione Campania

Commenta Stampa
di Felice Iossa*
Riproduzione riservata ©