Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Feltri spara a zero contro l'Avvenire


Feltri spara a zero contro l'Avvenire
28/08/2009, 14:08

Vittorio Feltri, neo direttore de "Il Giornale", il quotidiano della famiglia Berlusconi, ha voluto dimostrare subito al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che - come ha detto lo stesso Feltri - quando l'ha scelto per il suo quotidiano, ha fatto bene. E così questa mattina Il Giornale attacca personalmente Dario Boffo, direttore dell'Avvenire, il quotidiano della CEI che negli ultimi giorni ha espresso forti critiche sul comportamento del premier. Boffo viene accusato da Feltri di essere stato coinvolto in un incidente sessuale, concluso nel 2004 con un patteggiamento.
Il direttore dell'Avvenire respinge la ricostruzione del Giornale, definendolo "Killeraggio giornalistico". La CEI gli ha confermato la propria fiducia.
Vittorio Feltri lascio il Giornale per andare a dirigere Libero quando accettò una transazione con Antonio Di Pietro: l'ex PM avrebbe ritirato tutte le denunce per diffamaizone contro il quotidiano; in cambio Feltri avrebbe pagato 700 milioni di lire e redatto e pubblicato una lettera di scuse. E così fece: scrisse una lunga lettera in cui ammetteva che nei due anni precedenti aveva continuamente diffamato Di Pietro con false notizie, dettagliando quali.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©