Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Feneal UIL Regionale, Ciancio su crisi finanziaria


Feneal UIL Regionale, Ciancio su crisi finanziaria
29/08/2011, 11:08

" Le questioni che riguardano il mondo del lavoro si fanno sempre più difficili. La crisi finanziaria, che già ha falcidiato migliaia posti di lavoro e cancellato migliaia di aziende nell’edilizia, sta per presentare un conto ancora più salato di quello visto fino ad oggi.  Molti Comuni non hanno più risorse per pagare le opere appaltate e così molte opere piccole, medie e grandi stanno entrando in crisi con il rischio del fallimento per il lavoro e per le imprese.  C’è difficoltà ad esigere il dovuto per i lavori svolti e l’impedimento ad accedere al credito, visto che le banche, non assolvono più a tale funzione. A tutto ciò va aggiunto che ormai per molti lavoratori edili sono in scadenza gli ammortizzatori sociali individuali (disoccupazioni ordinarie, straordinaria e  C. I. G. in deroga). A questo punto ai 16.000 posti di lavoro persi si corre il rischio di vederne aggiunti altrettanti. La feneal-uil spera che il governo centrale e regionale, si rendano conto della situazione, e, iniziano ad inviare le risorse per concludere le opere appaltate e si attivino per finanziare, rapidamente, quelle cantierabili a breve con gli oltre 7 miliardi messi in campo per il piano sud, per il quale continuiamo ad essere molto scettici.". Così per la Feneal Uil, il Segretario Regionale Luigi Ciancio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©