Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

FERMATA UNA DONNA PER L'OMICIDIO DEL MISSIONARIO ITALIANO


FERMATA UNA DONNA PER L'OMICIDIO DEL MISSIONARIO ITALIANO
16/01/2009, 18:01

Una donna sarebbe stata fermata per l'omicidio di padre Giuseppe Bertaina, il missionario strangolato (o morto soffocato, non è ancora chiaro) probabilmente per motivi di rapina stamattina a Nairobi nella sede dell'istituto di filosofia da lui stesso fondato e di cui era ancora oltre che docente amministratore. Lo riferiscono alcune emittenti radiofoniche keniane.

L'anziano missionario, 82 anni, è stato trovato steso per terra, legato e forse strangolato, anche se aveva pezzi di plastica in bocca, probabilmente per impedirgli di gridare, che ne avrebbero potuto causare la morte per soffocamento. E' quanto riferisce all'ANSA padre Marino Gemma, parroco del santuario della Consolata di Westland, un quartiere di Nairobi.

"Mi hanno chiamato intorno alle 12:20 (10:20 in Italia) per dirmi della tragedia: non vedendo padre Giuseppe in giro, i fratelli avevano bussato alla sua porta, e non avendo ottenuto risposta sono entrati, e lo hanno trovato morto. Pare che siano stati viste tre persone entrare nella stanza di padre Giuseppe. L'omicidio sembra sia avvenuto intorno alle 11.00. Una costernazione immensa...". L'assassinio è avvenuto nel seminario comboniano che si trova a Langata area povera nella zona ovest di Nairobi.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©