Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si impedisce ingresso in Francia ai manifestanti

Fermato bus No Tav alla frontiera


Fermato bus No Tav alla frontiera
01/12/2012, 12:38

TORINO- Un autobus diretto a Lione è stato fermato dalle forze dell’ordine francesi alla frontiera.
Sul mezzo viaggiano attivisti "No Tav" che sono partiti per raggiungere la città Francese e prendere parte alla giornata di protesta programmata oggi.
Sembra che il mezzo sia stato fermato a Modane.
Addirittura alcuni attivisti del movimento sono stati portati in questura.
Tra questi ci sarebbe l’autista del pullman, il responsabile dell’organizzazione e una manifestante del Comitato di Lotta Popolare di Bussoleno.
Alberto Perino, leader no Tav e l'avv. Massimo Bongiovann affermano che: “I componenti del bus hanno un’età media di oltre 65 anni. Sono stati trattenuti a lungo sul mezzo al freddo col motore spento”.
Il vicequestore di Bardonecchia, Francesco Destro dal canto suo sostiene che: “Si tratta di un’operazione richiesta dalla polizia francese. Sembra che tra i manifestanti diretti in Francia ci siano alcuni No Tav con precedenti penali o denunce durante manifestazioni precedenti. Per ragioni di sicurezza e ordine pubblico,la Francia ha scelto di impedire l’ingresso a chi aveva questi precedenti, in vista del vertice Monti-Hollande”.

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©