Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Verona. I due chiamano le mogli per tornare a casa

Fermato ubriaco: chiama l'avvocato che risulta positivo al test


Fermato ubriaco: chiama l'avvocato che risulta positivo al test
02/01/2010, 17:01

VERONA - Di notizie strane se ne leggono tutti i giorni. Questa, però, è davvero destinata a lasciare il segno. E’ successo a Peschiera del Garda. Posti di blocco delle forze dell’ordine per monitorare il territorio e garantire sicurezza. I classici controlli di routine. I carabinieri fermano un’auto. Salutano il conducente, lo invitano ad esibire la patente, controllano il libretto della vettura e l’assicurazione. Tutto a posto. Prima di lasciarlo andare lo sottopongono al test dell’alcol. E qui casca l’asino. I limiti sono superiori alla soglia prevista dalla legge. Auto sequestrata e patente ritirata. Il malcapitato tenta di difendersi in tutti i modi. Si accende una luce. Prende il cellulare dalla tasca e chiama il suo legale. Vuole che lo raggiunga sul posto. E’ indispettito. Vuole un uomo di legge per ottenere giustizia. L’avvocato amico, in pochi minuti, raggiunge il posto di blocco. Chiede spiegazioni ai carabinieri, ma il suo atteggiamento insospettisce gli uomini dell’Arma. Test dell’alcol anche all’avvocato. L’etilometro emana il verdetto: positivo. Seconda patente e seconda vettura sequestrata. A questo punto i due amici evitano di fare altri danni. Una telefonata alle mogli e ritorno tranquillo a casa.

Commenta Stampa
di Giovanni De Cicco
Riproduzione riservata ©