Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Archiviata la querela dei poliziotti per diffamazione

Ferrara: niente processo per la madre di Federico Aldrovandi


Ferrara: niente processo per la madre di Federico Aldrovandi
17/03/2012, 16:03

FERRARA - Patrizia Moretti, madre di Federico Aldrovandi, non verrà processata per diffamazione ed istigazione a delinquere, come richiesto nella querela presentata da uno dei poliziotti condannati per la morte di Federico. L'ha deciso il Gip di Ferrara, che ha archiviato la querela e stabilito che non c'è alcuna diffamazione nel descrivere come "assassino" una persona che ha provocato la morte di una persona, anche se non volontariamente.
La querela nasce dal blog che la Moretti aveva inaugurato dopo la morte di Federico. In esso un giorno, dopo aver incontrato uno dei poliziotti, lo descrisse come "uno degli assassini di mio figlio (poi sostituito con "uno di quelli che hanno tolto la vita a Federico", ndr) tranquillo e allegro con una ragazza". E poi aveva aggiunto: "quando vedo uno di loro mi manca il fiato, come a mio figlio. Mi si ferma il cuore, come a lui. Non riesco più a respirare, non so reagire. Vorrei urlare, picchiare, uccidere, ma non ne sono capace". Il poliziotto aveva ritenuto che la prima frase costituisse diffamazione, per la parola "assassino" (ma lui è stato condannato comunque in appello, anche se con una accusa di omicidio colposo); la seconda una istigazione a delinquere. Ma il Pm aveva chiesto subito l'archiviazione della querela; decisione a cui gli avvocati del poliziotto si erano opposti e che invece ha trovato conferma da parte del Gip.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©