Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Del Fallo: "A repentaglio la salute dei pazienti"

Ferri chirurgici sterilizzati con gas tossici


Ferri chirurgici sterilizzati con gas tossici
20/01/2010, 16:01

PESCARA - "Con rammarico ancora una volta l'Abruzzo torna alla ribalta delle cronache nazionali per l'ennesimo scandalo finanziario nel settore sanitario. Tuttavia questa volta le ripercussioni sono ancora più gravi, poiché gli strascichi non sono più confinati in ambito territoriale, ma a livello nazionale. L'illecito commesso da Biotest è senza precedenti, e avrà un impatto fortissimo sull'intera popolazione, visto che ci vorrà del tempo per rintracciare i ferri chirurgici in questione utilizzati nelle strutture ospedaliere. Continuiamo a pagare l'inefficienza e la negligenza di tutti coloro che si occupano del settore sanitario nazionale".
Con queste dichiarazioni Barbara Del Fallo, viceresponsabile per l'Abruzzo dell'Italia dei Diritti, saluta l'arresto da parte dei Nas di tredici fra amministratori, tecnici e dirigenti della società Biotest, accusati di aver sterilizzato con gas tossici ferri chirurgici, alimenti vegetali e stuzzicadenti.
Il 99% delle attività illegali perpetrate da Biotest avveniva nello stabilimento abruzzese di Popoli.

Turbato dalla notizia, il viceresponsabile alla Sanità dell'Italia dei Diritti, Luigino Smiroldo, aggiunge: "La truffa mi lascia amareggiato, ma non sorpreso. Un plauso alle forze dell'ordine per la delicata indagine svolta. Ora auspico che le filiali Biotest vengano chiuse definitivamente, dopo un reato così grave, studiato e voluto, non esiste altra possibilità".

"È una parabola senza fine - riprende Barbara Del Fallo - perché lo scandalo finanziario e sanitario abruzzese avvenuto con la caduta del governatore Del Turco continua ad avere una risonanza ancora molto forte. Noi, come movimento che si occupa della tutela dei diritti di tutti i cittadini, abbiamo il dovere di alzare i toni contro la compenetrazione dei poteri politici ed economici nei servizi essenziali messi a disposizione del cittadino. La cittadinanza - conclude l'esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro - è destinata a subire gli effetti indegni prodotti da questa cupola finanziaria".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©