Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Festa dei lucchetti aperti a Castellammare per festeggiare la riapertura della Stazione


Festa dei lucchetti aperti a Castellammare per festeggiare la riapertura della Stazione
15/10/2012, 17:29

Pendolari, cittadini, comitati civici, Verdi Ecologisti, Sel, Pd e 5 Stelle si sono rivisti fuori la Stazione di Castellammare per festeggiare la vittoria contro il Sindaco Bobbio che aveva chiesto ed ottenuto la chiusura del sito e la soppressione dei treni.
"Oggi è un giorno di festa - dichiarano il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli ed il responsabile degli enti locali di Sel Tonino Scala che per settimane hanno portato avanti la battaglia con i pendolari - per Castellammare di Stabia e per il trasporto pubblico su ferro. Siamo riusciti ad affermare la forza della gente contro il potere e l' arroganza di questo Sindaco che opera contro la città e con le sue scelte incentiva l' uso delle macchine provocando di fatto l' aumento del traffico e dello smog. Questa è la festa dei lucchetti aperti perchè vogliamo affermare la libertà della città che ha vinto una grande battaglia di civiltà e mobilità sostenibile. Il 28 ottobre quando riprenderà il Servizio organizzeremo anche una nuova inaugurazione della Stazione".
"Abbiamo degustato in pubblico gli ottimi biscotti di Castellammare - spiegano i pendolari - in onore di questo Sindaco così aggressivo e poco dialogante. Sappiamo che è ghiotto di questi biscotti e ci auguriamo che dopo averne mangiato qualcuno si addolcisca con noi cittadini vittime delle sue scelte".
"A Napoli e provincia - continuano Borrelli e Scala - esiste un problema del trasporto su ferro che va affrontato in modo serio e coordinato. Se le corse venissero razionalizzate si avrebbe un servizio migliore e più efficiente. Per questo abbiamo chiesto a tutte le aziende che effettuano trasporto su ferro in Campania di istituire un tavolo degli utenti e pendolari per migliorare il servizio e combattere i "portoghesi", i teppisti e le baby gangs che rappresentano un altro problema serissimo. Inoltre vogliamo un servizio di comunicazione efficiente che avvisi subito tramite i siti internet anche dei comuni interessati se ci sono guasti o blocchi delle tratte ferroviarie. Quello che è successo con il Sindaco Bobbio che ha arbitrariamente deciso di sopprimere una ferrovia senza essersi confrontato con nessuno, neanche con il consiglio comunale, deve essere di esempio affinchè non avvenga mai più. Non vogliamo più assistere al metodo Bobbio che per noi è sinonimo di arroganza politica, autoreferenzialità e disinteresse nei confronti delle esigenze dei cittadini e del servizio pubblico".
Alla manifestazione erano presenti anche i Giovani di Sel, i giovani Verdi, il consigliere comunale del Pd Salvatore Russo ed i comitati di pendolari di Gragano a cui è stata soppressa la stazione delle fs da circa due anni e si possono spostare da e per il comune solo con le macchine.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©