Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Martedì la manifestazione dei fedeli del don Guanella

Fiaccolata per il prete anticlan: "Don Aniello non si tocca"


Fiaccolata per il prete anticlan: 'Don Aniello non si tocca'
04/07/2010, 20:07

NAPOLI - Il rione Don Guanella scenderà in strada per manifestare contro il trasferimento di Aniello Manganiello, il parroco anticamorra che a breve verrà trasferito altrove a seguito delle minacce dei mesi scorsi. Martedì sera i fedeli del “don” di Scampia si ritroveranno davanti al convitto per dare il via alla fiaccolata: la decisione è stata presa nelle scorse ore dagli esponenti di alcune associazioni anticamorra e dai giovani che hanno visto il prete-coraggio operare in questi lunghi sedici anni nella drammatica realtà della periferia nord. La mobilitazione, scattata sia su Facebook che con alcuni sit in inscenati nei giorni scorsi, è montata da quando la notizia del trasferimento, ventilata un paio di mesi fa è stata poi confermata dai superiori del Don Guanella.  Per padre Aniello Manganiello, i superiori dell'Opera hanno deciso per il trasferimento in un’altra comunità guanelliana; vani sono stati i tentativi da parte del Consiglio Pastorale per dissuadere da tale decisione i superiori; il motivo per il quale don Aniello verrà trasferito “fa parte della regola dell'avvicendamento che ogni comunità religiosa si pone per svariati motivi”. Ma i fedeli di Scampia non ci stanno. Don Aniello infatti pare che andrà via per alcune minacce ricevute negli anni e per le pressioni subite dallo stesso ambiente della Chiesa napoletana che non hanno digerito le sue reprimende nei confronti delle istituzioni. Il parroco infatti ha sempre lanciato strali contro Palazzo San Giacomo, reo di non pagare i semiconvitti che osiptano i ragazzini delle realtà difficili di Napoli.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©