Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fiaccolata per salvare villa betania


Fiaccolata per salvare villa betania
01/10/2009, 11:10

Lunedi 5 ottobre 2009 a Ponticelli in via Argine 604, davanti al presidio ospedaliero dalle ore 19,  il Movimento di Insorgenza Civile aderirà alla fiaccolata organizzata dal personale medico dell’ospedale Villa Betania a Ponticelli, caduta in una forte crisi economica dovuta alla mancanza di fondi.
“Ancora una volta – spiega il presidente di Insorgenza Civile Nando Dicè – i cittadini pagano per l’incapacità del governo locale, che schiaccia la Campania sotto il peso di milioni di euro di debito, senza mai spiegarci per quale fine vengono utilizzati i fondi a disposizione.
Bassolino ha chiesto addirittura che la gestione commissariale possa durare oltre il termine previsto. In questo caso la Regione riserva all’ospedale il medesimo trattamento dei presidi privati, non permettendo a Villa Betania di coprire tutte le spese che supporta, soprattutto per servizi essenziali come il pronto soccorso e il reparto nascite”. 
Il Movimento di Insorgenza Civile appoggerà la protesta del personale sanitario e dei cittadini di Ponticelli.
Villa Betania è un punto di riferimento per questa zona di Napoli e per i paesi attigui – spiega la delegata di Insorgenza Civile a Ponticelli Anna Coppola – e c’è da aggiungere che il personale, in questi mesi, ha lavorato ugualmente, senza percepire regolarmente lo stipendio mensile. È giusto che i napoletani scendano in piazza per conquistare e salvaguardare i propri sacrosanti diritti, come quello alla salute. Noi di Insorgenza saremo al loro fianco in questa battaglia”. 


 

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©