Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il vice-sindaco: "Il paese è sconvolto"

Fiamme dalla stufa, muore anziana su sedia a rotelle


Fiamme dalla stufa, muore anziana su sedia a rotelle
05/01/2010, 10:01


PERITO. Una tragedia che si è consumata in pochi istanti. E' morta carbonizzata, sulla sedia a rotelle, senza riuscire a fuggire e a chiamare aiuto. Lidia Minelli, 85 anni, disabile con problemi di deambulazione, ha perso la vita in un tragico incendio tra le mura domestiche. è accaduto domenica sera intorno alle venti a Ostigliano di Perito. All’origine dell’incendio, una scintilla che dalla stufa a gas è finita sui vestiti della donna che in quel momento stava guardando la televisione. Un istante e la stanza si è trasformata in un inferno di fuoco. Per Zia Lidia, così come la chiamavano a Perito, non c’ è stato niente da fare, nonostante il disperato tentativo di trarla in salvo da parte del figlio e di due nipoti che dalla casa affianco, accortisi della puzza di bruciato, sono subito intervenuti. Quando sono entrati nell’abitazione, l’anziana era giá deceduta. A scopo precauzionale figlio e nipoti sono stati ricoverati all’ospedale "San Luca" di Vallo della Lucania per intossicazione da fumo. Ora attorno alla famiglia si è raccolta tutta la comunitá locale e dinanzi alla piccola casa di appena 40 metri quadri, situata a pochi passi dalla chiesa, continua ad arrivare gente. A spegnere l’incendio subito dopo l’allarme sono stati i vigili del fuoco di Vallo della Lucania, insieme ai carabinieri e a numerosi volontari. I militari diretti dal maresciallo Bruno Modica hanno effettuato tutti i rilievi per accertare eventuali responsabilitá. Comunque non ci sono dubbi sul fatto che si sia trattato di un incidente tanto che non verrá effettuato nemmeno l’esame autoptico. E’ stata in ogni caso una brutta serata per tutti. Una serata funestata dalla scomparsa di una donna benvoluta da tutti e molto conosciuta in paese. La salma, dopo un veloce esame esterno da parte del medico legale è stata dissequestrata e riconsegnata ai familiari per i funerali che si terranno molto probabilmente nella mattinata di oggi. «L’abbiamo trovata carbonizzata - spiegano i carabinieri - Non abbiamo potuto fare altro che aiutare i vigili del fuoco a spegnere l’ incendio. Le fiamme hanno distrutto parte dei mobili della casa, ma le pareti sono integre». Sgomenti amici e conoscenti della famiglia colpita dal lutto. «Sono nato qui settanta anni fa - dice un vicino di casa - In tanto tempo non mi è mai capitato di vedere nulla del genere». Come è prassi in questi casi, sull’ accaduto la magistratura ha aperto un’inchiesta. Sotto choc l’intera comunitá di Ostigliano. «Si tratta di una terribile tragedia - ha dichiarato il vice-sindaco Silvio Baratta - l’intera comunitá è sconvolta dall’accaduto. Esprimo a nome di tutta la cittadinanza vicinanza ed affetto alla famiglia della malcapitata. In un piccolo centro come il nostro ci conosciamo tutti e ogni volta che si verificano degli episodi di questo tipo il paese si chiude nella sofferenza, per una tragedia che si sedimenta in una localitá tranquilla come Ostigliano». Purtroppo non si tratta episodi isolati in queste zone. Incidenti simili si sono verificati lo scorso anno a Torraca e a Camerota. E anche in questi casi a pagare sono stati degli anziani.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©