Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fiamme Gialle, arresto e denuncia a piede libero per spaccio di droga


Fiamme Gialle, arresto e denuncia a piede libero per spaccio di droga
27/08/2011, 13:08

La moltitudine di gente che in questi giorni affolla i bei centri irpini per prendere parte alle numerose manifestazioni ed eventi tipici del periodo estivo è una ghiotta occasione per incrementare il giro d’affari anche di chi “opera “ nel settore della droga. La confusione e l’elevata affluenza di persone che ha caratterizzato l’importante manifestazione di questi giorni a Gesualdo sono stati probabilmente ritenuti da un giovane del posto due elementi chiave per “piazzare” con maggiore sicurezza dosi di hashish e marijuana.
Ma in questo caso l’azione del ragazzo ha trovato un ostacolo nella strategia di contrasto attuata dal Comando Provinciale di Avellino, incentrata su intensificazione della presenza ed incremento dei controlli nei fine-settimana o nelle serate allietate dall’organizzazione di eventi e manifestazioni in grado di attirare quanti vogliono sfuggire all’opprimente calura di questi giorni.
Già da ieri, all’avvio di una importante manifestazione organizzata nel piccolo comune dell’alta Irpinia, gli uomini della Tenenza di Sant’Angelo dei Lombardi (Nucleo Mobile) avevano da una parte dato corso a diversi posti di blocco, anche mobili, in corrispondenza delle principali arterie di comunicazione della zona e dall’altra si erano confusi tra la gente che affollava stands e bancarelle onde seguire i movimenti di quello che sembrava un vero e proprio spaccio di sostanze stupefacenti.


Nella prima giornata di manifestazione e nella seconda serata, mentre la musica si diffondeva tra i vicoli ed i balli impazzavano in piazza, non sfuggiva ai finanzieri il fare circospetto di alcuni giovani del posto che si spostavano da una parte all’altra del paese, confabulavano fra loro con fare sospetto per darsi appuntamento in luoghi sempre diversi.
Individuati ormai i protagonisti del “movimento”, i militari decidevano ieri di stringere il cerchio al primo cenno concreto: nella tarda serata, i militari decidevano quindi di intervenire non appena dal gruppetto ormai noto venivano visti allontanarsi due ragazzi.

I giovani raggiungevano una strada al fianco della chiesa antistante il comune e si immettevano in un atrio apparentemente abbandonato. Mentre uno di questi fungeva da sentinella, l'altro alzava un sasso per prendere un pacchetto precedentemente nascosto. E’ stato questo il momento più concitato: i finanzieri; che avevano circondato ormai la zona, uscivano allo scoperto e bloccavano sia il “palo” che l’altro ragazzo, scoprendo e sotto il sasso 10 stecche di hashish per un peso complessivo di circa 30 grammi. La droga la droga veniva sottoposta a sequestro e, mentre i giovani venivano accompagnati presso gli uffici della Tenenza, altri militari del Nucleo Mobile davano immediatamente corso ad una perquisizione domiciliare presso l'abitazione in Gesualdo di uno dei giovani. L’operazione di polizia giudiziaria portava al rinvenimento ed all’ulteriore sequestro, ai sensi dell’articolo 354 del codice di procedura penale, di un quantitativo di 25 grammi di hashish e di 30 grammi di marijuana.
A conclusione dell’operazione il giovane spacciatore, identificato per tale D.T.R. (di anni 19), era tratto in arresto ai sensi ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. nr. 309/1990 ed associato alla Casa Circondariale di Sant'Angelo dei Lombardi mentre nei confronti dell’altro l’altro ragazzo, identificato per tale B.D. (di anni 18), scattava la denuncia a piede libero per violazione alla medesima normativa in tema di stupefacenti e sostanze psicotrope.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©