Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fiamme Gialle Avellino: i risultati conseguiti nell’ultimo periodo


Fiamme Gialle Avellino: i risultati conseguiti nell’ultimo periodo
07/06/2011, 11:06

Alle ore 11.00 odierne il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino, colonnello Mario IMPARATO, ha ricevuto i rappresentanti degli organi di comunicazione presso il Comando Provinciale, nel solco dell’ormai consolidata prassi attivata sin dal suo insediamento. Il consueto riepilogo dei risultati conseguiti nell’ultimo periodo è stato preceduto dall’illustrazione dell’importante collaborazione tra Guardia di Finanza e Direzione Provinciale del Lavoro di Avellino finalizzata al contrasto del fenomeno del lavoro nero e del sommerso in genere in provincia (operazione LAVORNERO) . I dettagli dell’attività congiunta, riepilogati in distinti prospetto e comunicato, sono stati illustrati nel corso della conferenza-stampa dal colonnello Imparato e dalla dr. Giampaolo Paoletti, responsabile della Direzione Provinciale del Lavoro di Avellino.

Nel prosieguo dell’incontro il colonnello Mario Imparato, seduto al tavolo della conferenza con il capitano Giovanni D’Auria, Capo Ufficio Comando delle Fiamme Galle di Avellino, ha fornito ai rappresentanti degli organi d’informazione alcuni cenni circa la celebrazione in Avellino del 237° Anniversario dalla Fondazione della Guardia di Finanza. Ogni anno la Festa del Corpo rappresenta per le Fiamme Gialle un momento importante, una pausa di riflessione per il bilancio dell’anno concluso, un’occasione per rinsaldare i legami con Enti ed Istituzioni con cui si lavora fianco a fianco quotidianamente nel superiore interesse dello Stato, lo spunto per offrire al cittadino una possibilità di maggiore percezione della “vicinanza” del Corpo in un’ottica di sempre maggiore trasparenza e servizio. Come avverrà a Napoli in sede di Comando Interregionale, anche in Avellino ci sarà un’occasione d’incontro per celebrare la ricorrenza e l’iniziativa si concretizzerà, nel tardo pomeriggio di martedì 28 giugno 2011, in una cerimonia presso quello stesso Parco del Teatro che dal 2009 ha ospitato le Fiamme Gialle per tale cerimonia. La manifestazione si articolerà in due parti: la prima dedicata alla celebrazione vera e propria dell’Anniversario e la seconda allietata da un evento culturale/artistico che sarà un modo per mostrare il legame del Corpo con l’Irpinia e le sue Istituzioni.

L’incontro odierno con la stampa si è chiuso con l’illustrazione dei risultati di servizio conseguiti a far data dall’ultima conferenza relativi, più precisamente, al periodo 2 maggio - 6 giugno 2011. In tale arco temporale le Fiamme Gialle hanno proseguito nella loro azione per quanto attiene il contrasto al lavoro sommerso, controlli strumentali, repressione degli illeciti in tema di lotta agli stupefacenti, contraffazione marchi, gioco d’azzardo e scommesse clandestine, contrasto alla minuta vendita di tabacchi lavorati esteri, violazioni in materia del codice della strada, contrasto alla pirateria fonografica, audiovisiva ed informatica e violazioni di leggi sanitarie.


Maggiormente nel dettaglio:

a. nel settore inerente il contrasto all’economia sommersa intesa nella duplice espressione di sommerso di lavoro e di sommerso d’azienda la capillare attività investigativa posta in essere nei confronti di categorie economico-imprenditoriali ha determinato l’effettuazione di numerosi controlli conclusisi con l’individuazione di 8 lavoratori “in nero”, per il mancato assolvimento, da parte dei datori di lavoro, degli adempimenti di carattere previdenziale e assicurativo previsti per i lavoratori e di 43 lavoratori per i quali sono risultate delle irregolarità; inoltre, sono stati segnalati 4 titolari d’impresa all’ufficio Provinciale del Lavoro per violazione in materia previdenziale. L’intensa attività di collaborazione con la locale Direzione Provinciale del Lavoro, anche alla luce del recente decreto in tema di sicurezza, si sono di fatto tradotte in una capillare attività di controllo del territorio, con compiti spesso congiunti. Per taluni di questi servizi svolti è stata adottata la misura della “sospensione del cantiere” laddove risultava impiegato personale “in nero” in misura superiore al 20% dei lavoratori regolarmente assunti (articolo 36 bis del decreto legislativo nr. 223/2006);

b. in materia di controlli strumentali circa il regolare rilascio di scontrini e ricevute fiscali, le ispezioni indirizzate verso esercizi commerciali e artigianali, sia permanenti che ambulanti, a fronte di un totale di circa 300 controlli hanno consentito di rilevare contestazioni di irregolarità che si sono sostanziate in 136 verbalizzazioni. E’ opportuno ricordare che, secondo la normativa vigente, la chiusura viene disposta alla constatazione della quarta mancata emissione del documento fiscale nel corso di un quinquennio (l’emissione per corrispettivo inferiore equivale a mancata emissione per la parte eccedente); A tal proposito infatti i finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia e della Tenenza di Baiano hanno dato esecuzione a tre sospensioni temporanee dell’attività per 3 giorni nei confronti di tre esercizi commerciali siti in provincia di Avellino (Atripalda, Mercogliano e Mugnano del Cardinale) operanti nel settore della ristorazione (pizzeria) e del commercio (supermercato - vendita di tessuti e biancheria in genere) per le quali la Direzione Provinciale di Avellino dell’Agenzia delle Entrate ha emesso i decreti di sospensione temporanea

c. per quanto attiene il contrasto alla diffusione in Provincia di sostanze stupefacenti e psicotrope, l’incisiva è stata l’azione della Guardia di Finanza nello specifico settore con un’attività che, oltre ad esser sviluppata in completa sinergia con le altre forze di Polizia, si caratterizza sempre più per la stretta collaborazione con le istituzioni che sono comunque chiamate a confrontarsi con il fenomeno. In tale contesto le direttrici tracciate a livello provinciale nell’attribuire uguale valenza sia alla fase del contrasto che a quella della prevenzione quali diverse facce di una stessa medaglia, si sono articolate da un lato in un una assidua “presenza” sul territorio della provincia (costante ormai nell’attività delle Fiamme Gialle di Avellino) e dall’altro in una diffusione in senso preventivo della cultura della legalità e della conoscenza dei pericoli della droga. In considerazione delle caratteristiche del fenomeno nell’avellinese, l’attività di contrasto della Guardia di Finanza è incentrata sull’intensificazione dei servizi nelle aree di maggiore “pericolosità” (varchi d’accesso alla città) e sulla distribuzione delle pattuglie in modo da “coprire” fasce orarie serali e giornate di maggiore “rischio” (fine-settimana e/o pre-festivi). Spesso i posti di controllo beneficiano dell’ausilio di unità cinofile fatte confluire appositamente da Salerno, con conduttori e cani i cui nomi sono ormai divenuti noti anche alla popolazione avellinese per il loro infallibile fiuto.
Le specifiche iniziative intraprese in tale comparto si sono sostanziate, nel sequestro di 1,7 grammi di eroina, 0,4 grammi di crack e 0,4 grammi di hashish, con la segnalazione di due persone alle Prefetture - Uffici Territoriali di Governo competenti in relazione al luogo di residenza ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. nr. 309/1990;

d. la contraffazione dei marchi di fabbrica rappresenta una condotta illecita ove si concentrano ingerenze ed interessi della criminalità organizzata, rappresentando una seria minaccia per il sistema economico, industriale e sociale del nostro Paese. Anche a livello locale costituisce un obiettivo di rilievo, con interventi a tutela dell’autenticità dei prodotti industriali ma anche ed in particolare per la tutela del “made in Italy”, e soprattutto, la verifica della qualità dei prodotti messi in commercio con gli standard qualitativi imposti dalle norme, assicurando la tutela dei consumatori anche sotto un profilo della sicurezza. Complessivamente sono stati sequestrati oltre 274 pezzi tra capi di abbigliamento e articoli per la casa, denunciati all’A.G. competente quattro responsabili, per violazione degli articoli 473, 474, 485 e 489 del codice penale;

e. il settore relativo al gioco d’azzardo e scommesse clandestine continua ad essere oggetto di una particolare attenzione in considerazione degli enormi proventi sottratti alla tassazione oltre ad aver assunto dimensioni da costituire una vera piaga sociale con ripercussioni disastrose sugli avvezzi giocatori e sulle loro famiglie. In tale periodo sono stati eseguiti molti servizi conclusi con il sequestro di 4 apparecchiature del tipo SLOT MACHINE in quanto non conformi alla normativa vigente e, quindi, prive di regolare autorizzazione; sono state comminate sanzioni amministrative per una somma di circa euro diecimila Il responsabile è stato segnalato all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, al Sindaco ed alla Questura per violazione all’articolo 110 del Testo Unico sulle Leggi di Pubblica Sicurezza;

f. il settore inerente il contrasto alla diffusione della pirateria fonografica, audiovisiva ed informatica rappresenta un serio fenomeno per l’intero sistema economico nazionale. A tal proposito occorre evidenziare che l’attività delle Fiamme Gialle non si ferma al mero sequestro ma, ponendo in essere complessi accertamenti e riscontri incrociati, cerca di risalire ai responsabili della contraffazione dei CD onde bloccare all’origine un illecito commercio che danneggia autori e case produttrici; gli ultimi sequestri effettuati hanno permesso di appurare che tale fenomeno appare in costante espansione anche nella provincia irpina che si presta bene soprattutto alla commercializzazione essendo confinante con aree del napoletano che come ben noto la contraffazione è un fenomeno quasi “naturale” alimentato anche da venditori e/o corrieri spesso extracomunitari. Le specifiche iniziative intraprese in tale comparto, si sono sostanziate nel sequestro complessivo di 228 DVD e 96 CD musicali. Dai servizi espletati in tale comparto ne è scaturita la denuncia a piede libero all’autorità giudiziaria per violazione articolo 171 ter della legge nr. 633/1941 di quattro responsabili;

g. nell’esecuzione di attività di polizia giudiziaria d’iniziativa e delegata, con riferimento alle violazioni al codice penale, si evidenzia l’operazione JOKER portata a termine lo scorso 11 maggio dalla Tenenza di Ariano Irpino mediante l’esecuzione di tre ordinanze di custodia cautelare domiciliari per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ed al falso per aver elargito prestiti dai tassi agevolati (all’incirca il 3%) e dal facile iter di concessione. Sempre nel medesimo comparto operativo un’altra importante operazione di servizio è quella che, in data 06.06.2011, si è conclusa con l’arresto per tentato omicidio (articolo 575 del codice penale) di un soggetto di Monteforte Irpino (AV) a seguito di una lite dovuta per motivi di vicinato da parte della Tenenza di Baiano;

l. nell’ambito del comparto dei tabacchi lavorati esteri è sempre vigile il controllo sul territorio, in tale ambito si segnala un’operazione di servizio che ha portato al sequestro di kg. 2,600 di tabacchi lavorati esteri con la segnalazione all’A.G. del responsabile;

h. anche per quanto concerne il comparto inerente la tutela dei prodotti, in materia di leggi sanitarie, l’attività posta in essere ha consentito di sottoporre a sequestro ben 59 chilogrammi di pesce trasportata a bordo di un automezzo in assenza di qualsivoglia documentazione fiscale e/o delle prescritte autorizzazioni al trasporto di derrate alimentari, in violazione all’art. 28 della Legge n. 114/1998. La merce sottoposta a sequestro, dopo essere stata verificata la sua commestibilità a mezzo di visita ispettiva da parte di personale sia del Dipartimento di Prevenzione Servizio Sanitario che dell’A.S.L. di Avellino, come da prassi ormai voluta nei casi di specie dal Comandante Provinciale, veniva devoluta in beneficenza;

m. notevole l’impegno profuso dal dispositivo del servizio di pubblica utilità 117, istituito da sedici anni, divenuto oramai una realtà consolidata, per corrispondere alle istanze di tutela espresse dalla collettività e teso al miglioramento dei rapporti fra contribuente e fisco. Tale servizio rappresenta la duplice volontà del Corpo da una parte di garantire la tutela di interessi di natura economico-finanziaria e dall’altra di contribuire, attraverso il controllo del territorio ed in concorso con le altre forze di polizia, al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica;

n. in materia di codice della strada i controlli effettuati hanno portato all’accertamento complessivo di 61 violazioni per inosservanza alle norme sulla sicurezza, al sequestro di 7 veicoli ed alla sospensione di 17 carte di circolazione ( di cui nr. 1 per fermo fiscale) e al ritiro di 6 patenti di guida.

o. nell’ambito della frode nell’esercizio del commercio e sicurezza dei prodotti, militari appartenenti alla Tenenza di Baiano, in Moschiano (AV), hanno proceduto al sequestro di 168 articoli di materiale elettrico a bassa tensione in quanto recanti marchio CE non conforme e la segnalazione alle competenti autorità competenti di 1 soggetto;

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©