Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fiamme Gialle, presentazione del fumetto FINZY


Fiamme Gialle, presentazione del fumetto FINZY
13/04/2011, 11:04

Dopo il successo riscosso nel 2010 nelle scuole elementari di tutta Italia, FINZY il simpatico grifone, ispirato all’animale simbolo del Corpo, torna tra i banchi di scuola. Nella mattinata di ieri infatti, presso la scuola elementare “San Tommaso” di Avellino, è stato presentato e distribuito l’originale albo a fumetti che parla delle Fiamme Gialle attraverso le avventure del simpatico FINZY.

La pubblicazione, cui viene affiancato un DVD destinato ai più piccoli con le avventure di FINZY a cartoni animati, riesce a coniugare con veste accattivante (studiata per ragazzi fra 8 e 12 anni) un linguaggio fresco e dinamico a contenuti altamente significativi: nella predisposizione di tale opera il corpo si è posto l’ambizioso obiettivo di illustrare la moderna missione della Guardia di Finanza quale polizia economica e finanziaria vicina alle molteplici esigenze dei cittadini.

Il progetto del Comando Generale, patrocinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dall’U.N.I.C.E.F., cerca di fornire ai piccoli lettori fondamentali nozioni di educazione civica, al fine di promuovere la formazione di una coscienza rispettosa dei principi democratici della Costituzione ed una sempre maggiore diffusione di quella cultura della legalità che, intesa nella sua più ampia accezione, costituisce premessa indispensabile per il rispetto delle norme democratiche e dei valori civili in ogni società.

Con un’iniziativa che ha contestualmente interessato tutte le province d’Italia, anche in Irpinia è stata ieri avviata la presentazione del secondo fumetto FINZY: sulla base di specifiche intese tra il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Avellino, (colonnello Mario IMPARATO) ed il Provveditore agli Studi (dr.ssa Rosa GRANO), l’Istituto Comprensivo di San Tommaso è stato prescelto quale scenario per “il ritorno a scuola” del simpatico grifone.

Allo squillo della campanella delle lezioni, il comandante della Compagnia di Avellino, capitano Salvatore SERRA, dopo esser stato accolto dal Dirigente Scolastico dell’istituto (dr.ssa Imbriani), e da tutto il corpo docente, nella mattinata di ieri ha fatto in modo che tutti i ragazzi fossero radunati nel piazzale dell’istituto che in un attimo, per la presenza degli oltre 300 alunni, si è trasformata nella colorita cornice della singolare iniziativa.

E’ stato di particolare impatto notare come la naturale giocosità ed esuberanza dei ragazzi abbia d’improvviso lasciato il posto ad appassionata curiosità e sincero interesse sia quando il capitano Serra ha illustrato le gesta del simpatico grifone che quando, in misura ancora maggiore, una delle avventure che FINZY viveva nella pubblicazione si è trasformata in realtà: la storia di un traffico di droga raccontata sulle pagine del fumetto è divenuta veramente tangibile quando, fra le urla dei ragazzi, hanno fatto il loro ingresso sul luminoso piazzale della scuola i due cani antidroga RALIS e RAMIS (unitamente ai loro conduttori), per l’occasione confluiti ad Avellino dal Comando Provinciale di Salerno.

In particolare RALIS, la bellissima femmina di pastore tedesco, è stata protagonista di una simulazione di rinvenimento sulla persona di sostanza stupefacente: una quindicina di alunni delle scuole medie sono stati fatti camminare in circolo e RALIS ha fiutato uno per uno i ragazzi fino a quando, tra di loro, si è inserito un finanziere in abiti borghesi che aveva precedentemente nascosto tasca della droga nella tasca dei pantaloni.

Non appena arrivato nei pressi di RALIS, il militare si è visto letteralmente inseguito dal cane per tutto il bellissimo giardino che ospitava la manifestazione: per distogliere il cane dal suo obiettivo è stato come sempre necessario farle addentare il cartoccio di pezza, unico scopo della sua ricerca.

Il cortile della scuola si è poi trasformato nel salone-arrivi di un aeroporto e è stata inscenata una simulazione di controllo bagagli: alcuni cartoni sono stati disposti nel cortile come se fossero bagagli su un nastro-trasportatore e RAMIS li ha passati al settaggio uno per uno. Successivamente è stato inserito un ulteriore scatolo al cui interno era stata occultata della sostanza stupefacente, RAMIS fiutato qualcosa ha letteralmente sfondato il cartone ed infilato dentro la testa. Anche in questo caso è stato mostrato ai bambini come una volta ottenuto l’oggetto del suo gioco (il cartoccio di spugna), il cane antidroga non abbia alcun interesse verso la droga anche se questa gli viene mostrata chiaramente dal conduttore (i cani antidroga, nel corso del loro particolare addestramento non entrano mai in contatto con la sostanza stupefacente).

Gli alunni divertiti hanno riservato un caloroso applauso sia ai finanzieri che ai due bellissimi pastori tedeschi: RALIS e RAMIS hanno poi proseguito nella loro attività preferita (il gioco), in perfetta sintonia con i ragazzi della scuola che, tuttavia, non perdevano occasione per chiedere di tutto ai conduttori ed ai finanzieri della Compagnia di Avellino, sia sull’addestramento delle unità cinofile che sulla prossima avventura che vedrà protagonista il simpatico FINZY.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©