Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Alta l'adesione alla votazione. Fiom: "Ma noi non firmeremo"

Fiat, al referendum di Pomigliano avanti il "sì"


.

Fiat, al referendum di Pomigliano avanti il 'sì'
22/06/2010, 14:06

POMIGLIANO D'ARCO - L’adesione alla fine è stata alta. E di sorprese, salvo clamorosi colpi di scena, non dovrebbero essercene. Tutto come previsto, dunque. L’ago della bilancia a Pomigliano pende per il sì: intorno a mezzogiorno più di duemila operai Fiat hanno espresso il proprio voto al referendum sul piano Marchionne. E la voce sempre più insistente vuole che circa il 75 per cento dei dipendenti si sia espresso a favore della manovra presentata dal Lingotto, in attesa dei risultati ufficiali che verranno resi noti dopo le 21. Una votazione bulgara che però non smorza le polemiche all’interno dello stabilimento di Pomigliano e che non ricuce lo strappo tra i vari sindacati. La Fiom infatti annuncia che nonostante l’esito plebiscitario del referendum non farà alcun passo indietro, mentre cresce l’attesa per lo sciopero generale e la manifestazione in programma a Napoli per venerdì mattina.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©