Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il primo passo per eliminare i diritti dei lavoratori

Fiat: già creata da 10 giorni la Newco., ma Sacconi è ottimista


Fiat: già creata da 10 giorni la Newco., ma Sacconi è ottimista
27/07/2010, 15:07

TORINO - Ormai non è più una voce di corridoio, ma una realtà che si sta sviluppando. La Fiat ha già creato la Newco., una società controllata al 100% da Fiat Partecipazioni, a cui verranno progressivamente attribuite le varie fabbriche italiane. Compito di questa società sarà di riassumere gli operai "docili" che saranno licenziati al momento della chiusura delle fabbriche Fiat, a cominciare da Pomigliano d'Arco.
Ma il Ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, si dichiara ottimista: "Vedo la possibilità della convergenza tra le parti, mi auguro di tutte, dobbiamo fare quanto possibile perché siano tutte, ma in ogni caso non potrà essere possibile per una parte sola (evidente il riferimento alla Fiom, ndr) di mettere il veto sugli altri, si deve andare avanti. Sono ottimista perché credo nella volontà degli attori e credo nella loro consapevolezza di quanto sia alta la posta in gioco". Sulla domanda se sia ammissibile che Fiat ottenga un contratto a condizioni differenti da quello del Contratto Collettivo Nazionale, Sacconi ha fatto spallucce: "Dovranno essere le parti tra di loro a definire i modi con cui regolare questo processo. La soluzione deve essere comunque condivisa. Quello che ci interessa è che nel quadro dell'organizzazione del gruppo Fiat ci siano missioni produttive sostenibili nel tempo nei siti italiani, tra i quali Mirafiori".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©