Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Ancora una volta l'azienda discrimina

Fiat: gli operai della Fiom avranno lo stipendio, non il lavoro


Fiat: gli operai della Fiom avranno lo stipendio, non il lavoro
04/02/2013, 10:44

POMIGLIANO D'ARCO (NAPOLI) - Ancora una volta la Fiat dà prova della sua volontà discriminatoria contro gli operai della Fiom. Oggi era il primo giorno di lavoro per i 19 operai della Fiom che la Fiat ha dovuto assumere per una sentenza del Tribunale nello stabilimento di Pomigliano D'Arco, in provincia di Napoli, dopo due settimane di cassa integrazione e quattro di aggiornamento. Ma i 19 operai, quando sono arrivati, hanno ricevuto la busta paga e l'invito di tornare a casa, in quanto non è possibile ricollocarli. C'è da aggiungere che, proprio a causa della sentenza, la Fiat ha deciso di mettere in mobilità 19 lavoratori, asserendo che non c'è abbastanza lavoro per tutti. 
A questo punto, appare improbabile (per usare un eufemismo) che vengano ricollocati gli altri 1400 operai di Pomigliano che la Fiat ha deciso di non riassumere nella Newco. Quella stessa Newco che, secondo quanto annunciato, è destinata a fine mese ad essere csciolta.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©