Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Ne terremo conto", ha detto il Presidente del Senato

Fiducia al "processo lungo": Idv protesta in aula e Schifani li minaccia


Fiducia al 'processo lungo': Idv protesta in aula e Schifani li minaccia
29/07/2011, 10:07

ROMA - Spiacevole episodio accaduto oggi durante le dichiarazioni di voto sulla fiducia al governo in relazione alla legge sul cosiddetto "processo lungo", la norma che consente alle difese di chiamare un numero illimitato di testimoni senza che il giudice possa obiettare alcunchè.
Stava parlando il senatore del Pdl Maurizio Gasparri, capogruppo al Senato, che - non avendo argomenti per contestare nel merito le critiche dell'opposizione - ha attaccato i partiti dell'opposizione, sostenendo che erano loro a sostenere il governo del 1992, quando l'allora Ministro della Giustizia Conso non rinnovò centinaia di provvedimenti per mafiosi al 41 bis (ovviamente si tratta della solita falsificazione: al governo c'era il pentapartito, non certo l'allora Pds; e Italia dei Valori allora non esisteva neanche come idea, ndr). L'intervento del senatore Gasparri è stato interrotto quando alcuni colleghi dell'Italia dei Valori hanno esibito dei cartelli con su scritto "Ladri di giustizia". Immediato l'intervento del Presidente del Senato Renato Schifani, che ha ordinato ai senatori di oppposizione di mettere via i cartelli. E quando loro non hanno obbedito, mentre i commessi del Senato andavano a farseli dare, Schifani ha reagito con parole dure: "Ne terremo conto, di questi comportamenti, la prossima volta che l'Italia dei Valori chiederà la diretta Tv per i lavori di aula". Una minaccia che è stata ripetuta più volte: "Ne terremo conto, ne terremo conto di questo".
Certo, quello dei senatori Idv non è stato un comportamento consono (i cartelli o altre manifestazioni simili sono vietati dal regolamento dell'aula), ma si presuppone che la seconda carica dello Statop abbia un comportamento equilibrato, non che faccia il supporter del suo partito o della sua maggioranza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©