Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Il giovane si trovava su un treno della circumvesuviana

Figlio di un "boss" della camorra accoltella 19enne


.

Figlio di un 'boss' della camorra accoltella 19enne
27/06/2011, 11:06

CASTELLAMMARE DI STABIA - Purtroppo anche circostanze più distese come prendere il treno per recarsi in spiaggia possono diventare pericolose. E’ quanto accaduto ad un 19enne di Ponticelli che ieri mattina è stato accoltellato per futili motivi all’interno di un treno della circumvesuviana sulla linea Napoli – Sorrento.  All'altezza della fermata di Piazza Unita' D'Italia di Castellammare Di Stabia, infatti, il ragazzo  è stato aggredito nel vagone e poi lasciato a terra. Accorsi sul posto i sanitari del 118, vista la gravità della situazione, lo hanno trasportato all'ospedale San Leonardo. Il personale medico dopo le prime cure gli ha riscontrato una  “'ferita punta e taglio regione dx polmone torace e al terzo superiore coscia sx” e la prognosi è stata giudicata riservata. Subito si sono attivate le indagini da parte dei  carabinieri che hanno acquisito i filmati dal circuito di videosorveglianza presenti sul treno e successivamente hanno raccolto la testimonianza  di alcune persone presenti al momento del fatto.  Le serrate ricerche hanno poi portato nella serata di ieri all'identificazione dell'autore del fatto criminoso: si tratta di  De Luca Bossa Umberto, 18enne, napoletano di via Bartolo Longo, figlio del noto “Tonino” del clan “De Luca Bossa” e nipote di Teresa attualmente detenuti. Il giovane è stato trovato ed  arrestato a mezzanotte nella sua abitazione  a Napoli dai carabinieri di Castellammare Di Stabia con l'ausilio dei colleghi della stazione di Ponticelli. Per fortuna migliorano le condizioni del ferito che nel frattempo è stato trasferito all’ospedale Cardarelli ed è stata sciolta la sua prognosi.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©