Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il presidente proclama lo stato di calamità nazionale

Filippine: a quota mille le vittime del tifone Washi


Filippine: a quota mille le vittime del tifone Washi
20/12/2011, 12:12

BANGKOK – Sale quasi a quota 1000 il numero delle vittime al passaggio del tifone Washi, che sembra aver spazzato via la costa settentrionale dell’isola di Mindanao, nelle Filippine, lasciando tra l’altro decine di migliaia di persone senzatetto. Secondo le stime fornite dal direttore della Protezione civile, le località più colpite sono quelle di Cagayan de Oro, 579 morti, e Iligan, 279. Le zone sono state visitate dal presidente Benigno Aquino III, che ha assicurato la popolazione che il governo mobiliterà risorse straordinarie, per aiutare le famiglie che hanno perduto le proprie case. Il presidente ha annunciato quindi un primo pacchetto di aiuti per un valore pari a 8,6 milioni di dollari. È in relazione al numero di vittime che il presidente ha proclamato lo stato di calamità nazionale, mentre montano le polemiche per il mancato preavviso da parte delle autorità. Intanto, nelle zone più colpite, oltre 20 mila soldati lavorano senza sosta per ripulire le strade e scavare fosse per i cadaveri. Con i centri di evacuazione e gli ospedali in difficoltà per l’enorme afflusso di persone, e molti corpi non ancora seppelliti, il timore è che si diffondano malattie tra la popolazione.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©