Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ha preso i risparmi per il figlioletto incolpando i ladri

Finge rapina per portare in vacanza la famiglia


Finge rapina per portare in vacanza la famiglia
21/08/2010, 15:08

Napoli - Per pagare la vacanza al mare alla famiglia ha inventato di essere stato rapinato e ha usato invece i soldi messi da parte per il figlioletto di sette mesi. Un operaio incensurato di 29 anni di Massa di Somma, in provincia di Napoli, e' stato cosi' denunciato in stato di liberta' per simulazione di reato e procurato allarme. Ieri pomeriggio l'uomo si e' presentato nella caserma di San Sebastiano al Vesuvio e ha raccontato di essere stato aggredito da due uomini, uno dei quali armato di pistola, mentre stava rincasando. I due criminali lo avrebbero quindi costretto a entrare in casa e, dopo averlo narcotizzato con del cloroformio, avrebbero frugato nell'appartamento fino a trovare 1.500 euro e vari oggetti preziosi. Secondo il resoconto, lui si sarebbe svegliato dopo circa un'ora e sarebbe andato immediatamente a denunciare l'accaduto. I carabinieri hanno quindi predisposto un sopralluogo nell'abitazione durante il quale, nel riepilogare quanto successo, la presunta vittima e' apparsa dapprima titubante e poi e' incappata in alcune pesanti contraddizioni. Convocato in caserma e interrogato, l'uomo e' crollato e ha confessato di aver architettato il piano per portare in vacanza al mare nel Cilento la moglie, nonostante attraversasse un periodo di difficolta' economiche e non fosse riuscito a mettere da parte i soldi. La prospettiva di raccontare alla consorte che per partire aveva speso i risparmi per il figlioletto, pero', era stata insopportabile. Da qui l'idea di rifilare la stessa frottola a moglie e forze dell'ordine. Ma il piano e' fallito, e soldi e gioielli sono 'saltati' fuori pochi minuti dopo la confessione.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©