Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Circa 400 casi sospetti a Chiaia

“Finti pazzi” a Napoli, 400 casi sospetti


.

“Finti pazzi” a Napoli, 400 casi sospetti
17/01/2010, 14:01

NAPOLI – Pensioni di invalidità erogate senza che i beneficiari ne avessero diritto, 400 persone ufficialmente malate di mente ma in realtà sanissime. E’ la nuova pista, nel settore delle truffe all’Inps, seguita dagli inquirenti a Napoli. Le indagini degli investigatori, nuovo filone dell’inchiesta sui falsi ciechi del Pallonetto di Santa Lucia, hanno portato nei giorni scorsi al sequestro di numerosi atti negli uffici competenti. A insospettire gli investigatori, l’esistenza a Napoli di un vero e proprio “quartiere di pazzi” a Chiaia: oltre 400 persone titolari di assegno di invalidità risiedono infatti nella stessa zona. Circostanza che rende facile fare un parallelo con la truffa scoperta a dicembre e che, riguardando sempre pensioni di invalidità, coinvolgeva falsi ciechi.
Nel dicembre scorso un’operazione analoga, contro finti ciechi, portò all’arresto di 53 persone, quasi tutte legate da vincoli di parentela. Regista dell’operazione, secondo l’accusa, Salvatore Alajo, consigliere indipendente della I Municipalità di Napoli; il politico però, anch’egli fermato a dicembre, continua a dirsi innocente. Il padre di Alajo ha denunciato di essere stato vittima, nei giorni scorsi, di un sequestro-lampo; un aspetto sul quale gli investigatori stanno effettuando accertamenti.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©