Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

FIORI D’ARANCIO PER LA FIGLIA DI RIINA


FIORI D’ARANCIO PER LA FIGLIA DI RIINA
24/07/2008, 16:07

Ad accompagnare all’altare della chiesa dell’Immacolata di Corleone la 28enne Lucia Riina, sposatasi ieri con Vincenzo Bellomo, un rappresentante di commercio di 34 anni, non c’era, per ovvi motivi, suo padre, bensì il fratello maggiore, Giuseppe Salvatore, da poco uscito dal carcere dopo una condanna per associazione mafiosa. Il matrimonio della figlia minore del boss Totò Riina, in cella dal 1993, ha attirato numerosi visitatori che hanno assistito incuriositi alla cerimonia. Ai giornalisti presenti il parroco Giuseppe Gentile, durante l’omelia, ha rivolto l’invito ad essere clementi nei riguardi della giovane perché non responsabile delle colpe del padre. Lucia, infatti, ha scoperto l’identità di suo padre soltanto dopo l’arresto di quest’ultimo, avvenuto nel gennaio ’93.
 

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©

Correlati