Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lezione speciale per gli studenti di un liceo artistico

Firenze: "Dall'anno prossimo andrete a scuola dove siete nati"

Ma era solo una provocazione per la Giornata della Memoria

Firenze: 'Dall'anno prossimo andrete a scuola dove siete nati'
29/01/2011, 18:01

FIRENZE - Una scena che si può solo immaginare. L'insegnante che, in un liceo artistico di Firenze, entra in classe giovedì scorso e dice agli studenti che devono portare certificato di nascita e di residenza, a partire dall'anno prossimo, in base ad una circolare del Ministero della Pubblica Istruzione, ognuno dovrà andare a scuola a casa propria. I fiorentini sarebbero restati lì, ma gli altri si sarebbero dovuti trasferire. Immediata la preoccupazione in una classe che, come accade sempre più spesso, vede immigrati da Paesi stranieri, ma anche ragazzi che hanno i genitori nati lontani da Firenze. Qualcuno ha cominciato a sospettare che ci fosse qualcosa che non andava, ma i più si sono abbandonati alla tristezza, e al dispiacere.
Solo dopo una mezz'ora in cui l'insegnante portava avanti questo ruolo, ha svelato che quello che aveva detto era tutto falso ed era solo la riproposizione del contenuto delle leggi razziali del 1938. Insomma, una prova pratica di quello a cui può portare il continuo incitamento all'odio che molti politici, sconsideratamente, fanno. E quale giorno migliore della Giornata della Memoria per una simile lezione?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©