Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pg chiede 14 anni di reclusione,difesa una riduzione di pena

Firenze: processo d'appello per l'omicidio di Gabriele Sandri


Firenze: processo d'appello per l'omicidio di Gabriele Sandri
01/12/2010, 13:12

FIRENZE - E' iniziato oggi, presso la Corte d'Appello di Firenze, il processo di appello per l'omicidio di Gabriele Sandri, ucciso nell'area di servizio Badia al Pino sulla A1 da un proiettile sparato dalla pistola dell'agente di polizia Luigi Spaccarotella. In primo grado il poliziotto fu condannato a 6 anni di reclusione, per il reato di omicidio preterintenzionale.
Ma oggi il Pg ha rinnovato la richiesta del processo di primo grado, di una condanna a 14 anni per omicidio volontario con dolo eventuale. Tradotto dai tecnicismi del diritto, significa che l'omicidio è da considerarsi volontario perchè quando Spaccarotella ha sparato ad altezza d'uomo, era conscio (e se non lo era, doveva esserlo) del fatto che avrebbe rischiato di uccidere qualcuno. Invece la difesa ha chiesto il riconoscimento del reato di omicidio colposo e quindi una riduzione della pena. Questo perchè gli avvocati difensori sostengono che il colpo partì accidentalmente e passò ad altezza d'uomo solo perchè fu deviato da una rete metallica.
L'imputato oggi non era persente; secondo i legali, "sta malissimo dal punto di vista psicologico".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©