Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

FIRENZE, SCONGIURATO MATRIMONIO COMBINATO


FIRENZE, SCONGIURATO MATRIMONIO COMBINATO
20/12/2008, 14:12

Un altro "si" impedito nella mattinata. Sono stati gli agenti del commissariato di Sesto Fiorentino ad interrompere il rito nuziale, raggiungendo la coppia che si era promessa in matrimonio presso la sede del Comune di Sesto. I due, un cittadino pakistano ed una fiorentina, entrambi 30enni, si erano dati appuntamento per questa mattina. Per lui la prospettiva della regolarizzazione della sua posizione nel territorio nazionale: l'uomo si trova infatti illegalmente in Italia. Il blitz e' stato organizzato, ancora una volta, in seguito alla segnalazione giunta dal Comune dopo la richiesta di pubblicazioni presentata dai due, dalla quale e' stato accertato che il giovane, oltre al passaporto, non disponeva di titoli per il soggiorno in Italia.
  Gli agenti, dopo aver effettuato gli opportuni riscontri, coordinandosi con l'Ufficio Immigrazione della Questura, hanno organizzato l'intervento di oggi. Al loro arrivo gli operatori hanno trovato all'interno della sala allestita per il rito altre 10 persone, di cui sei cittadini pakistani, tutti con permesso di soggiorno, ed alcuni familiari della donna. L'uomo, a cui carico non sono emersi precedenti penali, sara' accompagnato nel pomeriggio presso il C.I.E. di Milano, in attesa del perfezionamento delle procedure di espulsione. A fronte del ripetersi dei matrimoni combinati non si attenua l'attenzione della Questura di Firenze, diretta da Francesco Tagliente, per contrastare il fenomeno, per la cui azione si rivela preziosa la collaborazione sollecitata e offerta dalle Amministrazioni Comunali della provincia fiorentina per la segnalazione dei casi sospetti. Decisivo l'apporto dell'Ufficio Immigrazione che garantisce l'espulsione in modo tempestivo dello straniero irregolare, contribuendo alla efficacia dell'azione dei commissariati di polizia.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©