Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

FIRENZE: VIOLENTATA DA SETTE RAGAZZI, TUTTI FERMATI


FIRENZE: VIOLENTATA DA SETTE RAGAZZI, TUTTI FERMATI
31/07/2008, 16:07

Uno stupro di gruppo. Una violenza sessuale messa in atto da sette ragazzi: è quanto ha denunciato di aver subito una giovane di 22 anni a Firenze, nella notte tra venerdì e sabato.

Sia la ragazza che i suoi violentatori sono italiani. La violenza si sarebbe consumata nei giardini della Fortezza da Basso.

La Squadra Mobile di Firenze ha fermato i 7 giovani ritenuti responsabili dello stupro di gruppo.

Il gruppo è composto da 7 giovani tra italiani e stranieri, di età compresa tra i 20 e i 25 anni, tutti studenti universitari. La Mobile ha eseguito nella notte un provvedimento di fermo emesso dal sostituto procuratore Pietro Suchan; gli altri 6 giovani sono stati sottoposti a fermo perché indiziati di delitto.


Tutti i sette giovani fermati dalla polizia avrebbero abusato della ragazza. E' quanto hanno spiegato gli investigatori durante una conferenza stampa a Firenze.

In base a quanto ricostruito, la notte fra venerdì e sabato scorsi, la ragazza, fiorentina, e tre sue amiche, si sarebbero incontrate alla Fortezza da Basso di Firenze con i sette giovani, due dei quali amici della vittima. Dopo aver trascorso la serata assieme e aver bevuto un pò, fidandosi della conoscenza, la ventiduenne sarebbe rimasta sola con i giovani, che poi avrebbero abusato di lei in un parcheggio vicino alla Fortezza. La ragazza sarebbe stata abbandonata intorno alle 4.30 e, sotto choc e confusa, sarebbe andata all'ospedale.

"Nessuno - hanno spiegato gli investigatori - si è accorto di quanto stava accadendo: il luogo dove sono avvenuti i fatti è appartato".

"L'hanno stuprata dopo averla fatta bere tanto e averla ridotta in condizioni tali da non poter reagire - ha detto l'avvocato Lisa Parrini, che assiste la ragazza -. E' confusa e spaventata - ha spiegato il legale - sia per quello che le è successo sia per quello che l'aspetta. Ha paura: è giovane e ha vissuto una vicenda più grossa di lei. Al momento - ha detto ancora l'avvocato - non risulta che ci siano testimoni. D'altronde, il luogo dove è avvenuto lo stupro non è molto in vista, è poco illuminato e non c'è passaggio di pedoni. E poi era notte fonda". 
 

 

 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©